Successo per il concerto di Natale dell’Orchestra dell’Istituto Comprensivo Spoleto 2

  • Letto 198
  •  

    Tra emozioni e applausi i tradizionali auguri dell’Orchestra dell’Istituto Comprensivo Spoleto 2

    Il consueto concerto di Natale si è svolto nella sala del Dancing Tre Valli località Santo Chiodo di Spoleto. Il percorso di preparazione allo spettacolo ha visto coinvolti numerosi alunni della Secondaria dell’Istituto Comprensivo Spoleto 2 che hanno lavorato a stretto contatto con professionalità e competenza, nel rispetto e nella valorizzazione delle specifiche caratteristiche e attitudini musicali di ciascun alunno coinvolto. I ragazzi hanno avuto l’opportunità di approfondire e affinare le proprie conoscenze nell’ambito del linguaggio musicale e sviluppare competenze specifiche spendibili anche in altri contesti, in un’ottica di educazione permanente, sia per quanto attiene l’uso consapevole dello strumento voce, che dei vari strumenti dell’orchestra.

    [wp_bannerize group=”Articoli-600×150″ random=”2″ limit=”1″]

    Gli alunni, nel ruolo di coristi e orchestrali, si sono cimentati con professionalità, vivo entusiasmo e grande preparazione, in un repertorio musicale non scontato, accuratamente scelto e sapientemente elaborato, dagli insegnanti: Bartoccioli clarinetto, Bistarelli pianoforte, Di Cesare chitarra, Giunta corno e Natalini che ha curato la preparazione del coro dei ragazzi delle classi prime e seconde dell’Istituto. Lo spettacolo ha viaggiato tra i classici natalizi della tradizione americana da “Santa Claus is coming to town” a “ We wish you a Merry Christmas” a “Little drummer boy” , fino a toccare la fusione di vari generi musicali che convergono nel clima natalizio: il capolavoro delle feste dei Queen “Thanks god it’s christmas”; ed un adattamento della celebre “Arlésienne” di Bizet con un testo intitolato “La marcia dei Re magi” . Il saluto di un felice Natale e di uno splendido anno nuovo è stato reso con “Feliz Navidad”, un inno alla tolleranza e alla sinergia che può svilupparsi tra varie etnie con un testo che alterna spagnolo e inglese in un ritmo dal sapore latino americano. Quest’anno più che mai si è notato come l’Istituto Comprensivo Spoleto 2 sia una grande famiglia a cui si rimane legati anche oltre il periodo di permanenza effettiva. Ciò è stato testimoniato da numerosi alunni, ormai alle scuole superiori, che ogni anno amano partecipare allo spettacolo mettendo in campo tutta la loro esperienza musicale, dalle insegnanti ormai in pensione come anche la preside Manuela Dominici, accolta da uno scrosciante applauso, che ha rivolto un caloroso augurio a tutti i partecipanti manifestando il forte legame che la lega all’Istituto. A conclusione della serata il preside Mario Lucidi, nuovo Dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Spoleto 2, ha rivolto al pubblico gli auguri di buone feste e un caloroso ringraziamento a tutti i partecipanti e ai docenti che hanno preparato una manifestazione così ben curata e professionale, segno dell’impegno serio e costante che li contraddistingue.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Giulia Beddini 2019-01-20 19:56:59
    Grazie di cuore .... sono molto orgogliosa di rappresentare l’Umbria e di essere spoletina, non so cosa dire grazie mille
    Francesca Casagrande 2019-01-13 12:50:28
    Sono davvero contenta di sapere che Roberto Pibiri sta vivendo questo successo tutto meritato. La sua volonta' e la sua.....
    Tommaso 2019-01-05 21:47:54
    Una cosa è certa: se fino ad oggi tutta Spoleto ammirava gli organizzatori della manifestazione ora una buona parte sarà.....
    Lidia spitela 2019-01-01 03:24:36
    Sono felicissimada ricebere questo filmino sono lontana da spoleto pero il mio cuoree sempre a spoleto buon anno per tutti.....
    Stefano Chiampo 2018-12-29 19:18:09
    Che grande, grandissima rottura di scatole. I botti non mi piacciono, e vabbè (è questione di gusti), ma perché proprio.....