Tra gli applausi il “Pinocchio” dell’Istituto Comprensivo Spoleto 2 al Teatro Nuovo Giancarlo Menotti

  • Letto 1728
  • Testata_Due_Mondi_newsDomenica 22 aprile 2018 è andato in scena “Pinocchio”, capolavoro della tradizione di Collodi, rivisitato in dialetto, con la morale che ogni bambino ha in se’ la possibilità di diventare adulto e responsabile anche superando le insidie e i tranelli che la vita ogni giorno presenta. Il laboratorio “La fabbrica dei sogni” della secondaria di primo grado Pianciani dell’Istituto Comprensivo Spoleto 2, ormai come tradizione, ha messo in scena uno dei classici della letteratura per ragazzi attraverso una rilettura delle vicende più rappresentative del romanzo con momenti di recitazione e canzoni che si rifanno al tema del racconto.

    [wp_bannerize group=”Articoli-600×150″ random=”2″ limit=”1″]

    Ben ottanta ragazzi, tra attori, comparse e cantanti, si sono alternati sul palcoscenico in uno spettacolo in cui ha funzionato tutto. Le insegnanti Adele Sammarco e Flavia Tizi, anche quest’anno si sono avvalse anche della collaborazione dell’Orchestra dell’Istituto Comprensivo Spoleto 2 diretta dal maestro Emanuele Giunta e dagli insegnanti di strumento Bartoccioli, Di Cesare, Bistarelli e dal maestro Lorenzo Petrini che ha diretto il coro. I costumi e la scenografia sono stati realizzati dal Liceo Artistico di Spoleto che ha lavorato a supporto della Pianciani. Gli attori dell’Istituto Comprensivo si sono perfettamente amalgamati con ex alunni della Pianciani, che a distanza di anni, continuano a seguire il laboratorio teatrale, collaborando attivamente con le insegnanti nella regia e nell’aspetto più propriamente tecnico.
    Tutti i giovani attori, soprattutto in quest’anno di grande ricambio generazionale, hanno affrontato con comprensibile emozione, dopo mesi di prove, un pubblico -come sempre numerosissimo- che ha risposto con simpatia, tra risate, applausi e complimenti, decretando ancora una volta il successo del laboratorio teatrale della Pianciani, che le insegnanti Sammarco e Tizi portano avanti da anni con straordinario impegno e tanta passione. In particolare le scenografie curate dagli alunni del Liceo Artistico Pontano Sansi supportati e diretti dalle professoresse Gaggiotti e Fastellini, hanno ricreato nel teatro un’atmosfera magica e fiabesca. Da sottolineare, in particolare, la grande espressività e capacità del protagonista che ha calcato il palco per tutto lo spettacolo con grande maestria e disinvoltura, entrando perfettamente nelle dinamiche del personaggio. Pinocchio è stato uno spettacolo intenso e serrato in cui non ci sono stati mai tempi morti ma tutt’altro, scene e comicità sempre magistralmente accordate e strette, emozionanti e appassionanti, che hanno inchiodano l’attenzione della platea che, a fine serata, ha ricambiato il lavoro della compagnia con lunghi applausi.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....