La Vendemmia letteraria , nel suo esordio affascinante a Spoleto, ha un respiro internazionale!

  • Letto 923
  • La particolare struttura del Premio “IL POETA EBBRO”, lanciato con grande successo di pubblico e di consensi il 6 ottobre a Spoleto, evidenzia e potenzia il dialogo culturale tra le città italiane con i propri artisti : SPOLETO, ROMA, CATANIA, L’AQUILA, FIRENZE e infine e soprattutto MATERA disegnano nel prossimo anno un dialogo ed uno scambio culturale a dimensione europea.
    MATERA è infatti la capitale della cultura per l’EUROPA 2019 ed Antonella Pagano , nella Giuria del Premio e Responsabile per i poeti della sua zona , è vivacissima PRESENZA CULTURALE SUL TERRITORIO ITALIANO e sarà COLLANTE INIMITABILE TRA I VARI eventi CHE SARANNO ORGANIZZATI NELL’AMBITO DEL PREMIO IL POETA EBBRO.

    [wp_bannerize group=”Articoli-600×150″ random=”2″ limit=”1″]

    IL Progetto di Anna Manna e Vera Ambra , ideato con grande intuito e molto impegno sul territorio italiano, si avvale di una giuria prestigiosa che porta la firma di una presidente di giuria per l’Edito del valore di NERIA DE GIOVANNI, Presidente dell’Associazione Internazionale die Critici letterari che ha sede a Parigi. Il mosto dunque che la vivace Manifestazione del 6 ottobre a Spoleto ha assaporato ha il profumo ed il gusto di uno sguardo d’insieme sugli scambi culturali in Europa.
    Ha già il sapore di un brindisi !
    E’ un vino denso, già insaporito da molta esperienza e moltissimo impegno. Ha dormito per anni nel cuore degli organizzatori come in cantine profonde e silenziose, lavorato con maestria ed abilità, esperienza ed entusiasmo.
    NERIA DE GIOVANNI è stata il Primo PREMIO SPECIALE per la SAGGISTICA del PREMIO POETA EBBRO – edizione di lancio e subito dopo ha assunto la presidenza di giuria del Premio per l’EDITO. Ma il vero vincitore di questa specialissima edizione è stato il cuore poetico della città!
    SANDRO COSTANZI, poeta spoletino raffinato e di grande cultura, responsabile dei poeti di zona per il premio, ha chiamato a raccolta i poeti di Spoleto nei due EVENTI del 6 ottobre.
    Ed i poeti hanno risposto con slancio e passione.
    Anna Manna , Vera Ambra e Sandro Costanzi hanno lanciato il Premio “IL POETA EBBRO” tra musiche, versi, immagini incantevoli in un ideale abbraccio multidisciplinare .
    L’intervento di Neria De Giovanni, all’Hotel Dei duchi, ha siglato il livello alto dell’intera operazione culturale. Con uno sguardo particolare alla figura femminile in un’ottica di dialogo costante e d armonioso con il mondo maschile. La premiazione di due donne, ALESSANDRA FELLI ed ELENA CORDARO per la narrativa inedita ed edita, hanno sottolineato queste caratteristiche espresse come impegno ed indicazione per il futuro. A conclusione la premiazione di Giovina Santini, premio ritirato da Sergio De Angelis, per l’opera di diffusione della cultura italiana all’estero.
    Musiche in tema , di grande raffinatezza, scelte con cura da Sandro Costanzi, hanno concluso il Lancio del Premio IL POETA EBBRO.
    E quindi si è svolto un momento gioioso, giocoso nelle tematiche : la premiazione del Premo CibArte e …poesia a cura di Vera Ambra.
    dialogo dei protagonisti del film, potrebbe essere il prodotto finale di un team di esperti della comunicazione , per la capacità di coinvolgimento emotivo. Ma è stato invece soltanto l’ultimo bicchiere di vino, quello più dolce, forse quello che ubriaca davvero!!!

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2022-11-23 10:23:54
    INTITOLARE UNA STRADA A GINO STRADA. OTTIMA PROPOSTA. MA SE POI FAI LA STRADA OPPOSTA, QUESTA PROPOSTA NON E' UNA.....
    Aurelio Fabiani 2022-11-16 20:52:40
    Vigilare sul previsto? Hanno già fatto. Chiuso il punto nascite. A chi tiene in mano le chiavi del city forum.....
    Aurelio Fabiani 2022-11-08 06:56:41
    Hanno anche il coraggio di parlare!
    Aurelio Fabiani 2022-11-05 08:42:38
    Dispiacere! Ma fate qualcosa! Incanetevi tutti davanti all'ingresso dell'ospedale! Basta parole e annunci di Consigli Comunali aperti, spariti dai radar!
    Aurelio Fabiani 2022-11-03 13:53:28
    4 NOVEMBRE, NON C'E' NULLA DA FESTEGGIARE. LA PRIMA GUERRA MONDIALE FU UNA GUERRA IMPERIALISTA E COME TUTTE LE GUERRE.....