Il Comune avvia l’iter per affidare i servizi di gestione e manutenzione delle aree verdi per i prossimi tre anni

Verrà adottato il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa

Avviato l’iter per l’affidamento della gestione, custodia, pulizia e manutenzione di alcune aree di verde pubblico del Comune di Spoleto.

La procedura aperta, che sarà sopra la soglia comunitaria (la durata del servizio sarà di 36 mesi per un importo a base d’asta di € 287.745,00 oltre IVA), prevederà sia l’eventuale proroga di 6 mesi che la negoziazione per la ripetizione di servizi analoghi per altri 3 anni (con ulteriori 42 mesi il costo sarebbe pari a € 623.447,76).

Nella determina pubblicata questa mattina nel sito istituzionale del Comune di Spoleto, viene indicato anche il criterio di aggiudicazione che verrà adottato, ossia quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo.

Prorogato anche l’affidamento alla ditta GARDENLAND DI BOCCI NOVELLO che, fino a settembre 2021, garantirà, in un periodo dell’anno in cui la gestione, la pulizia e la manutenzione delle aree verdi è quanto mai necessaria, i servizi svolti negli ultimi 24 mesi.

Share

Related Post

Related Blogpost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commentiultimi pubblicati

carlo 2021-06-11 16:33:03
Ho visto spesso, dato che ci passo quasi tutte le mattine, qualche operaio a estirpare queste erbacce, ma poi ,.....
carlo 2021-06-11 16:28:35
E poi mi vengono a parlare di "digitalizzazione"| Ma dove, se le strutture sono ancora quelle dei tempi di Marconi?
Aurelio Fabiani 2021-06-09 12:59:23
Di nuovo il Centro sinistra. Cioè la solitaminestra liberale e liberista che dietro la difesa dei diritti civili nasconde la.....
Paolo Marchetti 2021-06-09 06:10:45
Giovanni Falcinelli non è stato solo un maestro di musica. Giovanni Falcinelli è stato innanzitutto un grande educatore per generazioni.....
Aurelio Fabiani Casa Rossa 2021-05-25 08:40:16
Si delude chi si illude. Questo debito per la città è colpa anche di chi ha dato credito alle promesse.....