Clean Valnerina: raccolti cinque sacchi di rifiuti lungo la ferrovia Spoleto-Norcia

  • Letto 1850
  • BANNER-DUE-MONDI-NEWS-SPOLETOUna vera task force, costituita con lo scopo di liberare dai rifiuti un tratto della ex ferrovia Spoleto-Norcia, ha operato domenica scorsa tra i Comuni di Sant’Anatolia di Narco e Vallo di Nera.

    Il bel tracciato della ferrovia, da Castel San Felice a Piedipaterno, si mostrava apparentemente pulito, ma in realtà celava rifiuti di ogni genere e tanto numerosi da far riempire ben cinque sacchi di grandi dimensioni, ai volontari che hanno aderito all’iniziativa Clean Valnerina.

    Tra i rifiuti anche un sanitario di ceramica e un grande telone, forse abbandonato da un camion.

    Nel tratto in cui la ferrovia è vicina alla statale delle Tre Valli, la cattiva abitudine di lanciare dai finestrini delle auto oggetti e cartacce, evidentemente, è ancora dura a morire.

    [wp_bannerize group=”Articoli-600×150″ random=”2″ limit=”1″]

    Quattordici volontari hanno risposto all’invito rivolto dall’Associazione Valnerina On Line (che da oltre dieci anni si occupa di promozione del territorio) e dall’associazione Progetto ReCycle dando vita a una giornata tutta dedicata all’ecologia, agli effetti dell’inquinamento e al senso civico.

    All’evento hanno collaborato i Comuni di Vallo di Nera, di Sant’Anatolia di Narco, la Valle umbra Servizi.

    I volontari, per la maggior parte provenienti dalla zona, si sono dimostrati particolarmente attenti alla pulizia dell’ambiente; tra di essi c’erano persone provenienti dal Veneto, dalla Lombardia e dalla Toscana. Armati di guanti e sacchi, maglietta verde e tanta voglia di collaborare al mantenimento della bella infrastruttura e dell’integrità naturale che la caratterizza, gli operatori hanno lavorato con pazienza e determinazione per tutta la mattinata di domenica.

    Il progetto Local Guides Clean The World è nato da un’idea di Ermes Tuon, che ha partecipato all’appuntamento in Valnerina, e ha già portato a termine oltre quaranta eventi tutti documentati nella piattaforma My Maps di Google.

    Il Comune di Vallo di Nera ringrazia i volontari e gli organizzatori, in particolare Emanuele Persiani, per l’importante iniziativa e per lo spiccato senso civico messo a disposizione.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    giorgio proietti 2021-08-02 11:46:07
    perchè parlare a vanvera sapete come sono successe le cose?
    Caterina 2021-07-25 00:18:57
    E le scuole???? Non ne parliamo affatto?????
    aurelio fabiani 2021-07-14 21:01:29
    Il qualunquismi avanza, le idee muoiono. Italia morta.
    Carlo neri 2021-07-12 18:31:34
    Assurdo! Così si incentivano gli atti vandalici e di inciviltà.....a questo punto siamo arrivati.....forse è il fondo, ma stiamo anche.....
    carlo 2021-06-16 11:54:36
    Come solito, Lucidi, essendo ignorante, cioè non conoscendo i fatti, ma solo le chiacchiere, scrive del nulla.