La Spoleto-Norcia: storia e futuro di territori e comunità

  • Letto 610
  • In programma due escursioni gratuite per esplorare e conoscere il tracciato fino al viadotto di Caprareccia

    Il 27 e 28 maggio al Chiostro di San Nicolò due giorni di incontri, dibattiti e confronti sulla vecchia ferrovia

    Tre giorni di incontri, dibattiti, confronti ed escursioni. ‘La Spoleto-Norcia: storia e futuro di territori e comunità. La vecchia ferrovia per il turismo sostenibile sulle orme del trenino blu’ è il titolo dell’evento organizzato dal Comune di Spoleto in programma da venerdì 27 a domenica 29 maggio.

    L’iniziativa vedrà la partecipazione di Rai per il Sociale, Regione Umbria, Soprintendenza archivistica e bibliografica dell’Umbria, le associazioni di categoria (già confermata la presenza di ConfCommercio Umbria) e dei comuni di Norcia, Cerreto, Vallo di Nera e Sant’Anatolia di Narco. Non solo. Insieme agli esperti che si confronteranno sulla tutela e la valorizzazione del tracciato, affrontando anche le possibili prospettive di sviluppo della vecchia ferrovia, interverranno anche i rappresentanti di Alleanza Mobilità Dolce (AMODO), una rete di oltre 40 associazioni unite per promuovere la mobilità dolce e il rilancio dei territori in Italia e la Cooperazione per la Mobilità Dolce (Co.Mo.Do.).

    Centrale, nel corso degli interventi che si alterneranno al Chiostro di San Nicolò venerdì 27 (dalle ore 9.30) e la mattina di sabato 28 maggio (inizio alle ore 9.00), la presentazione del progetto ‘Intervento integrato di sviluppo, tutela e valorizzazione del tracciato ex ferrovia Spoleto-Norcia’, finanziato dalla Consulta delle Fondazioni delle Casse di Risparmio dell’Umbria, grazie al quale verranno poi analizzati i diversi aspetti relativi alla storia, al presente e al futuro del tracciato della vecchia ferrovia Spoleto-Norcia.

    Insieme al sindaco Andrea Sisti e agli assessori Giovanni Angelini Paroli e Agnese Protasi, interverranno tra gli altri l’assessore della Regione Umbria Enrico Melasecche, il professore Luciano Giacché, già direttore del CEDRAV e docente di Antropologia dell’alimentazione alla Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Perugia e Giovanni Parapini, responsabile RAI per il sociale Umbria.

    Al termine dei lavori si terrà la presentazione dell’edizione 2022 della Spoleto Norcia in MTB. La conferenza stampa è in programma sabato 28 maggio alle ore 12.30.

    Nel pomeriggio di sabato 28 e la mattina di domenica 29 maggio saranno due le escursioni organizzate per esplorare e conoscere il tracciato della Spoleto-Norcia. Sabato 28 alle ore 15.00 è in programma un’escursione guidata con partenza presso l’Hotel Barbarossa. Il percorso a piedi, che arriverà fino al viadotto di Caprareccia per poi fare ritorno a Spoleto, sarà curata dai volontari di “Spoleto Cammina”.

    Domenica 29 maggio alle ore 10.00, le guide cicloescursionistiche del MTB Club Spoleto, condurranno una pedalata ecologica aperta a tutti da Spoleto fino al viadotto di Caprareccia e ritorno (l’appuntamento è inserito nel calendario ufficiale della Federazione Ciclistica Italiana – Comitato Regionale Umbria).

    Le due escursioni sono gratuite ma è richiesta la prenotazione obbligatoria. Per partecipare è necessario chiamare l’ufficio del turismo al numero 0743 218620 o scrivere all’email info@iat.spoleto.pg.it (le prenotazioni devono essere effettuate entro venerdì 27 maggio alle ore 17.00).

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    One Comment For "La Spoleto-Norcia: storia e futuro di territori e comunità"

    1. Francesco
      Maggio 18, 2022

      Si, è una bella iniziativa, ma mi chiedo se convegni come questo serviranno a far si che la Spoleto-Norcia possa diventare finalmente un percorso fruibile da tutti in modo effettivo. Perché, parliamoci chiaro, la Spoleto- Norcia non esiste se non sulla carta e invitare i turisti a farla in bici o a piedi è, da un punto di vista della sicurezza, da irresponsabili. Sarebbe interessante, invece di fare le escursioni proposte nella due giorni , proporre il percorso che da Borgo Cerreto dovrebbe arrivare a Norcia provando a seguire il tracciato del vecchio trenino: è sicuro che ci si riuscirebbe?
      Perché pensando ai percorsi italiani o europei come il Cammino di Santiago, la Francigena, la Avenue verte o la ciclabile del Danubio effettivamente abbastanza fruibili, la Spoleto- Norcia di soli 50 km rimane, dopo 54 anni dalla chiusura del trenino, un percorso quasi virtuale che politici, amministratori, convegnisti, organizzatori di eventi, imprenditori cavalcano con ricorrenza ciclica per proprio tornaconto senza mai mettere la parola fine, ovviamente, a tale progetto.

      Rispondi

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2024-02-07 08:55:12
    Il PD il nulla, sicuramente troppo, troppo poco,tardi e male e con strani mal di pancia. La Destra il tutto,.....
    Aurelio Fabiani 2024-02-02 20:14:13
    LA TESEI DI NASCOSTO VIENE ALL' OSPEDALE PER NON FARSI MALE. All' oscuro di tutti una volta arrivavano i ladri......
    Aurelio Fabiani 2024-02-01 12:32:14
    BASTA CON QUESTO RIMPALLO DI RESPONSABILITÀ. LA LOTTA DEVE ESSERE PER GARANTIRE A OGNI TERRITORIO E A OGNI OSPEDALE DELLA.....
    AURELIO fABIANI 2024-01-19 18:15:42
    ABBIATE LA DECENZA DI FARE SILENZIO! Voi Governo del: " MI FACCIO GARANTE CHE TUTTO TORNERA' COME PRIMA, TUTTI I.....
    Aurelio Fabiani 2024-01-10 16:26:17
    Meglio tardi che mai. IERI I COMITATI SI SONO CONFRONTATI COL SINDACO. ADESSO VEDIAMO CHI VIENE A PERUGIA A CANTARLE.....