L’arte di Pibiri e Gentili porta Spoleto in Giappone