“Nei miei panni”, al via il progetto dell’Associazione Peter Pan dedicato alle scuole

  • Letto 349
  • Saranno attivati laboratori che consentiranno di sperimentare in prima persona alcuni tipi di disabilità cognitiva, sensoriale o motoria in un contesto di gioco, mettendosi realmente per la prima volta nei panni dell’altro

    L’Associazione Peter Pan di Spoleto, che da oltre venti anni si occupa della “diversabilità”, dà ufficialmente il via al progetto “NEI MIEI PANNI”, rivolto ai bambini delle classi terze, quarte e quinte delle scuole primarie. Si inizierà l’11 dicembre prossimo con gli alunni della Scuola primaria Le Corone, per poi proseguire con altre scuole del comprensorio spoletino.

    Come suggerisce il titolo, il progetto ha l’obiettivo di stimolare la sensibilità e l’empatia nei confronti degli altri, soprattutto verso i più fragili, articolandosi attraverso un ciclo di tre incontri di due ore ciascuno.

    A guidare i bambini in questo percorso una psicologa esperta, la dott.ssa Sara Urbani. “Compatibilmente con l’età degli studenti – chiariscono gli organizzatori – saranno attivati laboratori che consentiranno di sperimentare in prima persona alcuni tipi di disabilità cognitiva, sensoriale o motoria in un contesto di gioco, mettendosi realmente per la prima volta nei panni dell’altro”.

    Comprendere la disabilità non è semplice, ma attraverso giochi dinamici e discussioni guidate sarà sicuramente più facile riuscire a far conoscere questo mondo.

     “Si tratta di piccoli approcci con il tema della diversità – concludono gli organizzatori -. Ci auguriamo che possano aiutare i partecipanti ad abbattere diffidenza e paura che inevitabilmente si manifestano verso ciò che non si conosce”.

    Il progetto si inserisce in un programma più ampio di inclusione sociale e di conoscenza della disabilità che l’associazione ha formulato per tutto il corso del 2024. Il primo appuntamento del nuovo anno sarà la “Cena al Buio”, una vera e propria esperienza sensoriale in cui gli ospiti, in questo caso adulti, si troveranno in una sala completamente oscurata e dovranno così risvegliare gli altri sensi per riscoprire il vero sapore del cibo.

    L’evento, programmato per il 20 gennaio 2024 presso il Ristorante Zengoni, è stato organizzato in collaborazione con la UICI Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Perugia, il Rotaract Club Spoleto e il Lions Club Spoleto. Per informazioni: assopeterpan@gmail.com, uicpg@uici.it, segreteriarotaractspoleto@gmail.com, leoclubspoleto@hotmail.com.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-11 09:58:47
    Avete già firmato il 22 ottobre 2020, con la chiusura dell' Ospedale San Matteo. Ci basta quella per conoscere gli.....