La Domenica dei Sogni, sabato 3 dicembre al Teatro Nuovo lo spettacolo “Chi ha rapito Babbo Natale”

  • Letto 300
  • L’assessore Chiodetti:”Abbiamo fortemente voluto questa ripartenza, un percorso nato nel 2009 grazie ad una felicissima e lungimirante intuizione di Vincenzo Cerami”

    Torna la rassegna di teatro famiglia “La Domenica dei Sogni”, ideata da Vincenzo Cerami nel 2009 per promuovere l’amore per il teatro tra le giovani generazioni.

    Dal 3 dicembre al 12 marzo saranno cinque gli spettacoli che accompagneranno i bambini e le loro famiglie durante tutto il periodo invernale, un viaggio insieme alle migliori compagnie d’Italia nella splendida cornice del Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti la domenica alle ore 16.30 (solo il primo spettacolo, in programma domani, si terrà di sabato).

    Il programma di quest’anno della “Domenica dei Sogni” prenderà il via con due appuntamenti nel mese di dicembre. Sabato 3 si inizia con “Chi ha rapito Babbo Natale”, spettacolo della Compagnia Teatro Verde di Roma, vincitore del Premio Città di Aosta 2003, di Andrea Calabretta per la regia Pino Strabioli.

    Siamo in un futuro imprecisato, esiste una sola enorme città, dove la gente conduce una vita dedita solo al lavoro. Per evitare distrazioni sono state vietate tutte le forme di spettacolo. Il sindaco, il terribile Mr. Pofferbach, ritiene infatti che qualsiasi forma di divertimento sia nociva per il funzionamento della città. a creatività e il pensiero autonomo vanno inibiti, solo così la gente sarà felice. Le prime vittime di questa terribile politica non possono che essere i burattini: folli, geniali, irriverenti e imprevedibili come sono rappresentano il nemico numero uno. Per questo sono costretti a vivere confinati nel Bingo Bongo Bar.

    In questo contesto accade un vero mistero: qualcuno ha rapito Babbo Natale! Questo è un caso per Filo, l’investigatore, che mettendosi alla ricerca di Babbo Natale si trova ad indagare tra ombre cinesi, burattini a guanto e a bastone, marottes, pupazzi e altri incredibili personaggi.

    Giallo, avventura, mistero, musica, follia e risate accompagnano il pubblico verso la soluzione dell’enigma e alla fine Babbo Natale, di nuovo libero, festeggerà con i bambini presenti.

    Il secondo appuntamento del 2022, “Sapore di sale. L’odissea di una sardina” della Compagnia La Baracca Testoni Ragazzi di Bologna (di Bruno Cappagli e Fabio Galanti), si terrà domenica 18 dicembre.

    Saranno tre gli appuntamenti del 2023. Il primo è in programma il 15 gennaio, quando al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti arriverà “Pinocchio”, spettacolo della Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani di Torino (ideazione e regia di Luigina Dagostino, con Claudio Dughera, Daniel Lascar, Claudia Martore), mentre il 5 febbraio sarà la volta di “La fiaba di Celeste” della Compagnia La Piccionaia, di Gianni Franceschini.

    L’ultimo spettacolo della rassegna di Teatro Famiglia “La Domenica dei Sogni” sarà “Annibale memorie di un elefante” della Compagnia Teatro Gioco Vita, in programma domenica 12 marzo. Il progetto, la drammaturgia e la regia è di Nicola Cavallari, con Giorgio Branca, Nicola Cavallari e Tommaso Pusant Pagliarini.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2023-01-28 11:29:13
    De Luca ok! Ma a Spoleto fanno un altro mestiere .STAVOLTA VE LO DICIAMO DIRETTAMENTE. Solo i fatti dicono chi.....
    Aurelio Fabiani 2023-01-20 22:16:38
    Un comunicato demenziale, di un campanilismo dell'immagine miope di chi vede uffici là dove noi vediamo servizi per i cittadini......
    Casa Rossa Spoleto 2023-01-08 09:27:58
    La parte che svolge Grifoni non ci piace. Un comunicato vuoto di obiettivi, con qualche "anatema", volto a sottrarre alla.....
    giotarzan 2022-12-24 15:05:16
    questo "signore" è 10 volte o forse più che viene denunciato, furti, aggressioni, foglio di via obbligatorio e chi più.....
    Massimo 2022-12-23 12:45:07
    In verità le promesse le hanno fatte a colaiacovo no ai lavoratori vergogna, come la protasi si vanta di essere.....