160 bancarelle per la fiera dell’8 e 9 settembre

  • Letto 788
  • Le modifiche alla circolazione 

    Saranno circa 160 gli stalli di vendita, le tradizionali “bancarelle”, a disposizione dei visitatori per la Fiera di Loreto in programma venerdì 8 e sabato 9 settembre.

    La storica manifestazione, in programma venerdì 8 e sabato 9 settembre dalle ore 8 alle ore 22, si svolgerà nell’area compresa tra viale Trento e Trieste e via Caduti di Nassiriya. Tra le categorie merceologiche dei produttori non mancheranno cipolle e porchette, mentre tra gli altri stand saranno presenti quelli dedicati ad abbigliamento, casalinghi, tessuti, calzature, pelletterie, articoli vari, terre cotte, vimini e giocattoli.

    Per permettere lo svolgimento in sicurezza della Fiera, è stata come sempre necessaria una diversa disciplina della circolazione che prevede il divieto di transito e sosta con rimozione forzata di tutti i veicoli dalle ore 5.00 di venerdì alle ore 23.00 di sabato fatta eccezione per i mezzi di soccorso e pronto intervento e di quelli adibiti alla vendita, nelle vie e piazze interessate dallo svolgimento della Fiera: viale Trento e Trieste (nei tratti compresi tra largo Melvin Jones e l’intersezione con viale Gugliemo Marconi e tra largo Antonelli e viale Guglielmo Marconi), via Fratelli Cervi (area di sosta regolamentata a disco orario tra via Fratelli Cervi e via XVII Settembre, parcheggio adiacente via Fratelli Cervi ex ferrovia Spoleto-Norcia), via Brigata Garibaldi, via Martiri delle Fosse delle Ardeatine, via Caduti di Nassirya (tratto compreso fra l’intersezione con via Fratelli Cervi e l’intersezione con via di Villa Redenta) e largo Antonelli.

    Si prevedono inoltre dalle ore 5.00 di venerdì 8 alle ore 23.00 di sabato 9, e comunque fino al completo sgombero delle aree interessate dalla fiera, le seguenti modifiche alla vigente circolazione veicolare: direzione obbligatoria a destra per i veicoli in uscita da via di Villa Redenta; divieto di transito esteso a tutti i veicoli dalla rotatoria di via Caduti di Nassiriya in direzione largo Antonelli a partire dall’intersezione con via di Villa Redenta; direzione obbligatoria a sinistra e divieto di transito in via Don Minzoni (intersezione con viale Gugliemo Marconi), divieto di transito e direzione obbligatoria a destra in viale Trento e Trieste, all’altezza dell’intersezione con viale Guglielmo Marconi, per i veicoli provenienti dalla Stazione; direzioni consentite sia a destra che a sinistra in viale Guglielmo Marconi, all’intersezione con via Cerquiglia.

    Concessa nel 1598 da Clemente VIII, la Fiera si svolgeva in origine il 21 aprile e godeva per otto giorni di speciali franchigie e immunità per tutti, salvo che per banditi e ribelli. Nel 1664 venne spostata al 13 giugno, festa di Sant’Antonio da Padova, mantenendo però tutti i privilegi. Da epoca imprecisabile si svolge l’8 e il 9 settembre, in occasione della Natività della Vergine. Denominata anche “delle cipolle” è la più grande fiera di Spoleto e vi si possono trovare prodotti di ogni tipo, dall’abbigliamento alla gastronomia, dai casalinghi all’oggettistica più varia.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....