Spoleto, Corso Mazzini si illumina con la cena di OFARCH

  • Letto 3069
  • Notevole successo di presenze per l’evento conclusivo di OBS(p)OLETO

    di Alessio Cao

    (DMN) Spoleto – Si anima il centro storico di Spoleto con la tradizionale cena su Corso Mazzini, giunta alla settima edizione, organizzata dall’associazione OFARCH, che  conclude la serie di eventi culturali della manifestazione OBS(p)OLETO che ha visto alternarsi, nella sede di Corso Mazzini, mostre, conferenze e serate in musica.

    Alla cena, che ha tra gli obbiettivi quello di  rendere viva una delle parti più belle della città di Spoleto, hanno partecipato circa 130 persone, tra appassionati d’arte e architettura, professionisti, commercianti e cittadini.

    L’ impegno degli organizzatori, il servizio eccellente fornito dal Ristorante Sabatini e la fantastica cornice di Corso Mazzini, hanno decretato il successo di questa serata, dedicata allo stare insieme nel segno della cultura e della convivialità.
    Tra i presenti il Sindaco di Spoleto Dott. Umberto De Augustinis.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....