Spoleto, al via “Una staffetta per il Milite Ignoto” con 48 Granatieri di Sardegna

  • Letto 526
  • Foto e video della partenza. Le parole del sindaco Sisti 

    Si è tenuta questa mattina la celebrazione per il centenario della traslazione del Milite Ignoto all’Altare della Patria. La cerimonia, che si è svolta al monumento ai Caduti di Colleattivoli, ha dato il via alla manifestazione sportiva non competitiva “Una staffetta per il Milite Ignoto”, voluta dal Comando delle Forze Operative Sud di Napoli e organizzata a Spoleto dal Comando del 2° battaglione Granatieri “Cengio”.  
     
    All’iniziativa, che terminerà mercoledì 27 ottobre alle ore 10, stanno partecipando 48 Granatieri effettivi al battaglione che, nell’arco delle 24 ore, si passeranno il testimone lungo il percorso indicato nel centro storico tra viale dei Cappuccini, viale Giacomo Matteotti, via arco Druso, via del Municipio, giro della Rocca, via Aurelio Saffi, corso Mazzini, piazza della Libertà e piazza Carducci. 
     
    Presenti questa mattina anche il sindaco Andrea Sisti e il Tenente Colonnello Andrea Pagliaroli, Comandante del 2° battaglione Granatieri “Cengio” (presenti anche il Capitano Teresa Messore, Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Spoleto e il Comandante della Polizia Municipale Massimo Coccetta).
     
    La sua presenza contribuisce non solo a sottolineare il legame indissolubile tra la città di Spoleto e il 2° battaglione – sono state le parole rivolte al sindaco dal Comandante Pagliaroli – ma rappresenta anche la condivisione di quei valori che sono propri del Milite Ignoto, ossia senso di responsabilità e intima convinzione che tenere fede al giuramento di fedeltà alla Repubblica possa significare anche il sacrificio estremo. Con la celebrazione di oggi intendiamo omaggiare anche tutti coloro che, in silenzio, compiono ogni giorno il proprio dovere di cittadini”.
     
    Condivido pienamente il senso del suo intervento – ha dichiarato il sindaco Andrea Sisti nel corso della cerimonia – Il rapporto tra la città e i Granatieri di Sardegna si è andato sempre più rafforzando, anche grazie all’importante contributo che avete sempre garantito al nostro territorio nei momenti di difficoltà, non ultimo il terremoto del 2016. Il Milite Ignoto rimanda ad un periodo storico in cui l’Europa era funestata dalla guerra, dove gli Stati si combattevano invece di cooperare. Oggi tutto questo fortunatamente non esiste più – ha aggiunto il sindaco – Abbiamo bisogno di pace e il vostro ruolo ha assunto un’importanza sempre maggiore in questo senso. Il lavoro che svolgete e l’impegno che mettete in quello che fate è veramente encomiabile e di questo vi ringrazio a nome della città”.
     
    Alla manifestazione sportiva parteciperà domani mercoledì 27 ottobre anche il sindaco Andrea Sisti che percorrerà, insieme al Comandante del 2° Battaglione Granatieri e alcuni militari (il passaggio del testimone è in programma alle ore 9.30), il giro di chiusura da via Fontesecca a piazza Duomo.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    One Comment For "Spoleto, al via “Una staffetta per il Milite Ignoto” con 48 Granatieri di Sardegna"

    1. Casa Rossa Spoleto
      Ottobre 28, 2021

      VISTO CHE A SPOLETO L’ ESERCITO HA ORGANIZZATO UNA MANIFESTAZIONE CON LA PARTECIPAZIONE ANCHE DEL SINDACO PER I CENTO ANNI DEL MILTE IGNOTO, È NECESSARIO RICORDARE COME STANNO LE COSE. NON C’È COSA MIGLIORE PER FARLO CHE IL TESTO DI UNA BELLISSIMA CANZONE DI CLAUDIO LOLLI.

      Al Milite Ignoto – Claudio Lolli
      Io lo so chi ti spinse a partire e non fu desiderio di gloria, io lo so non volevi morire, nè lasciare un ricordo alla storia, io lo so chi ti venne a cercare, fin sui campi, fin dentro a un cortile, io lo so non ci fu da parlare, con chi aveva in mano un fucile.
      Io lo chi ti guardò partire, sorseggiando un bicchiere di vino, fu lo stesso che poi venne a dire, che eri felice come un bambino. Ma io lo so che non era affar tuo, che non era la tua quella guerra e del resto cos’è che era tuo, certo neanche quel pezzo di terra.
      Hanno scelto la terra più triste, quella che era costata più cara, quella in cui a migliaia cadeste, che vi accolse e vi fece da bara. Hanno scelto la terra più rossa, quella che era costata più vite ed un corpo in cui solo le ossa, circondassero ormai le ferite.
      Lo hanno offerto a una patria impazzita, che sfogasse così il suo dolore, han pagato i tuoi anni di vita con un grande anonimo onore. Così oggi sei il milite ignoto, morto in guerra nessuno sa come, dopo averci lasciato la pelle, c’hai rimesso per sempre anche il nome.
      Ma non sarai certo ignoto ai compagni, che con te avran lavorato, non sarai certo ignoto alla donna, che ti avrà ogni notte aspettato. Non sarai certo ignoto agli amici, che ti avran dedicato le sere, nel ricordo dei tempi felici in cui potevano offrirti da bere.
      Come sei invece ignoto a quelli, per cui tutto ciò è stato un affare, che cantando siam tutti fratelli, ti ricordano intorno a un’altare. Come sei certo ignoto alle mani, di quel vivo illustre da bene, che verrà a sputare domani, altri fiori sulle tue catene.

      Rispondi

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    dante alighieri spoleto Accesso – infocakes.com 2022-09-22 08:53:01
    […] Agnese Duranti in visita alla "sua" scuola media Dante … […]
    Francesco 2022-08-16 21:54:19
    Insisto ancora nel dire che un conto sono gli eventi come quello bellissimo ed importante di settembre che vedrà la.....
    giotarzan 2022-07-30 18:32:22
    Egregio assessore, la invito a visitare i due seggi siti in Cortaccione e dirmi se ritiene che ci siano gli.....
    giotarzan 2022-07-30 18:29:42
    Egregio assessore, la invito a visitare i due seggi siti in Cortaccione e dirmi se ritiene che ci siano gli.....
    Manuele Fiori 2022-07-07 18:07:34
    Finalmente un volto nuovo e persone serie al comando. Tanti auguri a tutti!