Si fingono tecnici dell’acqua per derubare una anziana spoletina

  • Letto 883
  • L’intervento della Polizia 

    Le persone anziane – si legge in una nota stampa della Questura  – sono spesso oggetto delle “attenzioni particolari” di truffatori e ladri che, approfittandosi della loro solitudine e della loro situazione fisica, cercano, con abili inganni e tranelli, di impossessarsi di denaro e oggetti preziosi.

    È fondamentale, quindi, sensibilizzare i nostri anziani informandoli sulle varie tipologie di stratagemmi messi in atto da persone che, senza scrupoli, provano in tutti i modi di entrare nelle loro case spacciandosi per appartenenti alle Forze dell’Ordine, avvocati, corrieri per consegne pacchi, tecnici dell’acqua o dell’energia elettrica.

    È quanto accaduto nella giornata di ieri a Spoleto dove, prosegue la nota  -gli agenti della Polizia di Stato, a seguito di segnalazione alla Sala Operativa della Questura, sono intervenuti per una truffa ai danni di una signora anziana.

    Giunti immediatamente sul posto, gli operatori hanno preso contatti con la richiedente che ha riferito che, intorno alle ore 11, si erano presentati all’abitazione della cognata due persone, con una divisa di colore beige che, spacciandosi per addetti di una società idrica, avevano chiesto di entrare nell’abitazione per verificare la salubrità dell’acqua e l’eventuale presenza di amianto. La signora ha raccontato che, rassicurata dalla loro “divisa” e non sospettando che si trattasse di malintenzionati, li aveva fatti entrare all’interno dell’appartamento.

    I due uomini, a quel punto, si sono diretti verso la cucina e dopo aver aperto il rubinetto e fatto scorrere l’acqua per qualche secondo, hanno detto alla signora che l’acqua presentava un livello troppo alto di metalli nocivi. Hanno inoltre suggerito alla donna di depositare tutto l’oro presente nell’abitazione all’interno del frigorifero per prevenire problemi di salute.

    La donna ha riferito agli agenti che, in seguito, approfittando di un attimo di distrazione, i due uomini erano andati via portando con sé l’oro, facendo perdere le loro tracce.

    Gli agenti, – conclude la nota  – dopo aver tranquillizzato la donna, particolarmente scossa dallo spiacevole episodio, l’hanno invitata a sporgere denuncia e a segnalare prontamente alle Forze dell’Ordine ogni episodio o richiesta sospetta.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....