La Pol.Pen. Spoleto é iscritta al campionato. Domani il 2° Memorial “Bruno Santarelli”

  • Letto 310
  • La presidente Carmeli: “Ho iscritto i miei ragazzi”. Clitunno e Pol.Pen. in campo sabato 26 settembre alle ore 16 al “Conte Rovero”

    (DMN) Spoleto – ora é ufficiale: la Pol.Pen. Spoleto prenderà parte per il terzo anno consecutivo al campionato di Seconda categoria. A darne l’annuncio a DMN é stata direttamente l’appassionata presidente Angela Giuseppina Carmeli: “Ho iscritto i miei ragazzi al campionato, é il regalo che mi sono fatta per il mio compleanno“.

    Memorial Bruno Santarelli – ancora una gara amichevole in programma per la Pol.Pen. Spoleto. La squadra di Fabrizio Santarelli affronterà la Clitunno, formazione di Promozione dove gioca anche il nipote Marco Lazzarini, nel secondo Memorial Bruno Santarelli.

    La prima edizione del trofeo, dedicato alla memoria del padre del tecnico della formazione spoletina deceduto tre anni fa proprio nel giorno del primo allenamento della squadra è stata giocata contro lo Spoleto Calcio. In quell’occasione si imposero i biancorossi per 5-1. Il calcio d’inizio è in programma sabato 26 settembre, alle ore 16, al “Conte Rovero” di Campello sul Clitunno.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Paolo 2020-10-25 10:49:21
    Non dimentichiamoci che oltre la casa di reclusione ci sono 2 stabilimenti a rischio e cioè lo Stabilimento Militare dove.....
    Viscos 2020-10-23 19:02:40
    .. RASSICURAZIONI se è vero che hanno messo una tenda... E questo è un affronto alla Città.. Oltre che della.....
    Tiziana Santoni 2020-10-23 00:18:50
    I presenti alla protesta hanno giustamente e calorosamente invitato i complici del furto operato ai danni della città di Spoleto.....
    Aurelio Fabiani 2020-10-22 23:42:02
    Alcuni dei presenti citati dall'articolo saranno venuti a controllare la protesta o a metterci il cappello. I cittadini indignati erano.....
    Marco Silvani 2020-10-20 11:19:19
    Infatti le persone dovrebbero pensare prima di parlare sempre che ci riescano.