“La città è in agonia, con sempre meno lavoro e senza aspettative o programmi per il futuro”

  • Letto 331
  • Il comunicato stampa dei consiglieri comunali di Spoleto Popolare e Alleanza Civica,  Ilaria Frascarelli, Roberto Settimi e Gianmarco Profili

     

    Riceviamo e pubblichiamo integralmente: 

    Come potevamo non ascoltare la voce comune delle Associazioni di categoria che insieme alle Aziende locali, chiedevano la rateizzazione delle cartelle esattoriali fino ad un massimo di 120 rate? Aziende che hanno subito e subiscono gli effetti economici negativi di questo anno così difficile, che si va ad inserire in un tessuto economico già segnato dal terremoto del 2016?
    Così In commissione normativa abbiamo lavorato alla modifica del regolamento comunale per poter accordare tale richiesta.
    Il Sindaco e la Giunta sono rimasti sordi di fronte a queste richieste, nonostante gli appelli in Consiglio Comunale

    Avevamo già previsto che la mozione presentata da FdI, ed approvata sarebbe stata messa in un cassetto , ed infatti sono passati più di due mesi, ma non avevamo valutato la possibilità di essere anche presi in giro! Nell’ultima Commissione l’Assessore al Bilancio si è focalizzato sui mesi di rateizzazione, inserendo addirittura una fideiussione per gli importi da 6001,00 € in su e non si è fatto più alcun cenno alla possibilità di diminuire gli importi!

    Una presa in giro sia per consiglieri di maggioranza e di minoranza, ma soprattutto per tutte quelle attività che stanno passando un periodo di difficoltà e non vedono un’amministrazione sensibile alle necessità del tessuto economico comunale.

    Un atteggiamento che ha portato la maggioranza ad abbandonare l’ultimo Consiglio Comunale, ma non si può dimenticare la mancanza di visione di questa giunta e del sindaco, che ha bocciato tutti i progetti in essere ereditati dalla scorsa amministrazione senza portarne di nuovi.
    La città è in agonia, con sempre meno lavoro e senza aspettative o programmi per il futuro.

    In poco tempo è sparito il progetto per il Polo scolastico a S. Paolo, per la caserma dei vigili del fuoco, per la ristrutturazione definitiva del Palatenda, per il riscatto a titolo non oneroso di tutta l’area di Piazza d’Armi, non si hanno più notizie della possibilità di recupero della colonia di Monteluco, del Palazzo INPS, della scuola ad indirizzo Montessori che sarebbe dovuta nascere al Campo Boario, al posto di quella dei VVFF, e ci chiediamo che fine abbiano fatto i denari promessi dall’Inail per l’acquisto del terreno.

    Al posto di questi progetti cosa si è fatto ? Nulla!
    Forse alcuni componenti della maggioranza si sono resi conto della stasi di questa giunta, delle vane promesse, delle sbandieriate conoscenze e dei progetti che dovevano dare quella spinta in più alla città e che invece non abbiamo mai visto, ma abbiamo solo avuto un aumento del degrado cittadino
    L’uomo giusto, il sindaco giusto appare come un uomo solo al comando che pensa di avere intorno dei sudditi, i quali giustamente si sono ribellati. Speriamo lo facciano fino in fondo, per ridare una possibilità di rinascita a questa città che mai è stata così in difficoltà come ora.

    Ilaria Frascarelli
    Roberto Settimi
    Gianmarco Profili

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2020-10-29 09:13:13
    SENZA VERGOGNA. La Destra si "intorcina" tra facce impresentabili e ipocrisie sconfinate. I due signori rappresentanti dell'estrema Destra umbra che.....
    Paolo 2020-10-25 10:49:21
    Non dimentichiamoci che oltre la casa di reclusione ci sono 2 stabilimenti a rischio e cioè lo Stabilimento Militare dove.....
    Viscos 2020-10-23 19:02:40
    .. RASSICURAZIONI se è vero che hanno messo una tenda... E questo è un affronto alla Città.. Oltre che della.....
    Tiziana Santoni 2020-10-23 00:18:50
    I presenti alla protesta hanno giustamente e calorosamente invitato i complici del furto operato ai danni della città di Spoleto.....
    Aurelio Fabiani 2020-10-22 23:42:02
    Alcuni dei presenti citati dall'articolo saranno venuti a controllare la protesta o a metterci il cappello. I cittadini indignati erano.....