“Il tentativo stucchevole di silenziare in consiglio comunale l’argomento sanità non è più accettabile”

  • Letto 634
  • Il comunicato stampa del Gruppo consiliare Insieme per Spoleto 

    Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

    Siamo amareggiati e disgustati dall’atteggiamento assunto dalla maggioranza e dal Sindaco nell’ultimo Consiglio Comunale.
    Lo stato della sanità pubblica nel nostro territorio è sotto gli occhi di tutti, lo sfregio operato dalla Giunta Regionale nei confronti della città di Spoleto non è un segreto.
    Criticare l’operato della Giunta Regionale per le scelte politiche in materia sanitaria non è un reato di lesa maestà ma una normale prassi della dialettica politica.

    Cercare di difendere l’ospedale di Spoleto è non solo un diritto ma un dovere dei consiglieri comunali. Da più di un anno cerchiamo di affrontare l’argomento sanità in maniera più unitaria possibile , cercando di esprimere il nostro, legittimo, punto di vista.
    Ci saremmo aspettati, anche alla luce di quanto avvenuto con la manifestazione svolta difronte alla palazzina Micheli, degli interventi e del documento politico della maggioranza un comportamento coerente e corretto.
    A nulla servono gli appelli all’unità dei cittadini, delle associazioni e dei movimenti politici per concordare il percorso da fare a difesa degli interessi della città se al momento della verità, quando si tratta di discutere dell’argomento sanità in Consiglio Comunale la maggioranza scappa e fa mancare il numero legale. Siamo allibiti di fronte al comportamento del Sindaco, presentatore di una mozione posta all’ ordine del giorno, che abbandona il Consiglio Comunale senza nemmeno avere la cortesia istituzionale di avvisare l’aula della sua impossibilità di partecipare ai lavori.
    Da tempo chiediamo rispetto, non tanto per il nostro gruppo consiliare ma nei confronti delle istituzioni, della città e dei cittadini.
    Appare come una presa in giro nei confronti del Consiglio Comunale la richiesta di verifica del numero legale effettuata dal capogruppo del Partito Democratico mentre i consiglieri comunali del suo gruppo abbandonavano l’aula.
    Il comportamento del Presidente del Consiglio Comunale che invece di essere arbitro si comporta da regista della maggioranza lascia sbigottiti e amareggiati.
    Crediamo che il tentativo stucchevole di silenziare in consiglio comunale l’argomento sanità sia ormai non più accettabile e non possa più essere utilizzato per coprire logiche che appaiono più spartitorie che altro. Il populismo, l’arroganza dei numeri e gli atteggiamenti furbeschi non sono utili agli interessi della città ma sono controproducenti e danneggiano i cittadini che già quotidianamente devono fare i conti con gli effetti nefasti prodotti dalle scelte politiche della destra Umbra.


    Paolo Piccioni
    Giancarlo Cintioli

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....