I Carabinieri di Spoleto chiudono un ristorante per lavoratore in nero

  • Letto 561
  • Riscontrate diverse anomalie in materia di rispetto della normativa antinfortunistica a tutela dei lavoratori. Sanzioni per oltre 10.000 €.


    Negli ultimi giorni, – si legge in una nota stampa del Comando Provinciale- l’Arma dei Carabinieri Spoletina ha predisposto un servizio di controllo straordinario del territorio volto alla verifica “ambienti di lavoro con relativo rispetto normativa antinfortunistica” e riscontro “condizioni igienico sanitarie” di esercizi pubblici del luogo con l’impiego due componenti specializzate dell’Arma, ossia il Nucleo Antisofisticazione e Sanità (N.A.S.) e il Nucleo Ispettorato del Lavoro (N.I.L.), entrambi con sede a Perugia e competenza territoriale su tutta la Provincia e con l’ausilio degli Ispettori del Lavoro dell’Usl.

    Durante l’attività ispettiva – prosegue la nota stampa dell’Arma –  ad un ristorante venivano riscontrate diverse anomalie in materia di rispetto della normativa antinfortunistica a tutela dei lavoratori.
    Inoltre nel corso dell’accesso veniva riscontrata anche la presenza di un lavoratore impiegato irregolarmente (in nero) e tali condizioni determinavano l’immediata sospensione dell’attività imprenditoriale. Oltre la verifica del rispetto della normativa in materia di luoghi di lavoro, il personale del N.A.S. con gli Ispettori ha proceduto alla verifica delle condizioni igienico-sanitarie dei locali e degli alimenti non riscontrando anomalie di sorta.
    Si evidenzia che l’attività di controllo posta in essere dall’Arma si protraeva in altri tre esercizi dediti a ristorazione non riscontrando criticità particolari.
    Il responsabile dell’attività imprenditoriale veniva sanzionato amministrativamente per un importo complessivo di una somma superiore ai 10.000 € e disposta la chiusura del locale con relativa sospensione della licenza sino al ripristino del rispetto della normativa a tutela dei lavoratori.
    La presenza dell’Arma sul territorio, anche mediante le proprie componenti specializzate in materia di lavoro e sanità, garantisce un valido contributo alla comunità, consentendo così una corretta attività di prevenzione e repressione di quei comportamenti/condotte illecite che danneggiano il cittadino, inteso quale cliente di esercizi pubblici.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....