“Giù le mani dal mio ospedale”, anche la mamma di Nikola Duka a difesa del San Matteo degli Infermi

  • Letto 1549
  • L’iniziativa di Renzana Rapaj , mamma del giovane arbitro vittima di un incidente stradale 

    (DMN) Spoleto – Istituzioni, associazioni di categoria ma anche privati cittadini. Ognuno, come può, sta scendendo in campo per difendere l’ospedale San Matteo degli Infermi,  temporaneamente convertito in ospedale  Covid dalla Regione Umbria, con il conseguente blocco ad alcuni servizi.

    Renzana Rapaj, la mamma di Nikoka Duka, il giovane arbitro di Sant’Anatolia di Narco,  deceduto a seguito di un incidente stradale , nel marzo del 2019, quando l’auto con cui viaggiava verso casa venne presa in pieno da quella di un altro giovane dello stesso centro della Valnerina, risultato poi positivo all’alcoltest, ha fatto la sua parte. 

    In questi giorni, la donna, ha avviato una campagna di sensibilizzazione per la sicurezza stradale tramite maxi poster e vele pubblicitarie, a queste se ne é aggiunta un’altra a difesa dei servizi de San Matteo degli Infermi: “Giù le mani dal mio ospedale”.

    Share

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Leo 2021-02-12 14:24:00
    State dimostrando voi consiglieri della lega che siete pari pari uguali a quelli del PD....il che non è un complimento.....
    Luca Filipponi 2021-02-07 12:57:20
    Tania Di Giorgio un direttore musicale ed una artista veramente unica e straordinaria
    Aurelio Fabiani 2021-02-07 09:20:39
    CANZONI CONTRO LA GUERRA - AL MILITE IGNOTO di Claudio Lolli Io lo so chi ti spinse a partire e.....
    Ufficiale: dall'8 al 21 febbraio misure di fascia rossa rafforzata in tutti i comuni della Provincia di Perugia e in sei della Provincia di Terni | Due Mondi News - HealthGlitz 2021-02-06 22:37:54
    […] Read original article here […]
    Daniele 2021-02-04 23:50:49
    Ennesima prova che questa Amministrazione e questo sindaco valgono 0. Fare proclami di successo? Qui a rimetterci sono solo le.....