Dal 9 dicembre riapre al pubblico la biblioteca comunale ‘Carducci’ di palazzo Mauri

Necessaria la prenotazione per garantire il rispetto delle misure di contenimento dell’emergenza sanitaria. Urbani: “Anche in questi giorni difficili, l’accesso alla cultura e all’arte, la circolazione delle idee, la curiosità di sapere e di capire si pongono come momenti fondamentali per la vita delle singole persone e della comunità


Da mercoledì 9 dicembre riapre al pubblico, ma solo tramite prenotazione, la biblioteca “G. Carducci” a Palazzo Mauri.
La prenotazione è necessaria per garantire, secondo il DCPM del 3 dicembre 2020, il rispetto delle misure di contenimento dell’emergenza sanitaria.
Sarà possibile consultare al primo piano del Palazzo, nella Sala Mauri,  i volumi e i materiali librari che sono esclusi dal prestito. Le attività di prestito e di restituzione del libri si terranno invece nell’atrio del palazzo.

Quando una parte importante del patrimonio culturale di una città  –  ha detto l’Assessore alla cultura Ada Urbani – torna di nuovo disponibile è sempre motivo di soddisfazione e di felicità. Sempre nel rispetto rigoroso dei dettami che l’emergenza sanitaria impone, crediamo che la capacità di emozionarsi, il bisogno di conoscenza, il desiderio di bellezza siano valori irrinunciabili e la biblioteca è lo scrigno che riesce a concentrare queste alte aspirazioni dell’essere umano. Anche in questi giorni difficili, l’accesso alla cultura e all’arte, la circolazione delle idee, la curiosità di sapere e di capire si pongono come momenti fondamentali per la vita delle singole persone e della comunità”.


La richieste di consultazione, prestito e la restituzione vanno prenotate tramite e-mail a: biblioteca.comunale@comune.spoleto.pg.it oppure tramite telefono: 0743/218801, 0743/218622.
Anche tutti gli altri servizi (richieste di riproduzioni, informazioni e ricerche bibliografiche, richieste di iscrizioni alla biblioteca e a MLOL) continuano ad essere gestiti da remoto, cioè via mail o telefono.
Si ricorda che è obbligatorio per entrare in biblioteca indossare la mascherina e igienizzare le mani. Per accedere all’interno della sala di consultazione (Sala Mauri) – consentita ad un massimo di sei persone al giorno – sono obbligatori la mascherina, l’igienizzazione delle mani prima di entrare con prodotti presenti in biblioteca; la consegna e la collocazione di oggetti ed effetti personali in appositi sacchetti distribuiti in Sala Mauri; il rispetto del distanziamento fisico e la compilazione della scheda di ingresso per visitatori, distribuita dal personale addetto..
La consultazione di giornali e riviste correnti, l’utilizzo della biblioteca per lo studio con i propri libri e l’utilizzo dei pc e delle postazioni informatiche non è consentita.

Share

Related Post

Related Blogpost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commentiultimi pubblicati

Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
Alex 2024-04-20 21:19:21
Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....