Arte e tecnologia, a Spoleto Modigliani a confronto con la creatività africana

L’arte africana, tradizionale e contemporanea a confronto con il genio di Modigliani, in un percorso di grande interesse artistico e con una forte connotazione tecnologica, grazie alle INNOVATIVE esperienze di “realtà immersiva”

Si intitola “Amedeo Modigliani  e l’art nègre: simbolo, opere, tecnologia” la prima mostra organizzata dalla Casa Modigliani di Spoleto, in programma nella nuova sede di Palazzo Montani (Piazza Fontana, 3) dal 22 giugno al 30 luglio 2017.

L’esposizione, curata da Cesare Pippi e inserita nel programma culturale del 60° Festival dei due mondi, si sviluppa in un doppio confronto: quello fra l’arte tradizionale africana, con un’ampia selezione di sculture e maschere tribali della collezione privata di Anna Alberghina e Bruno Albertino e l’opera dell’artista tanzaniano Georges Lilanga (1934 – 2005), icona dell’arte contemporanea del continente nero; e il legame di influenza e ispirazione fra l’art nègre e Amedeo Modigliani, con l’esposizione di 23 soggetti fra i più celebri dell’artista livornese realizzati in altissima definizione e in formato originale con la tecnologia Modlight®.Inaugurazione_Casa_Modigliani-17

Il pubblico avrà l’opportunità di ‘vivere’ in modo nuovo e coinvolgente l’arte di Modigliani, attraverso due ‘video immersivi’ realizzati per l’occasione con la tecnica del “compositing” dall’azienda Oniride, fra i protagonisti della “rivoluzione” della realtà virtuale applicata ai beni culturali.

La Casa Modigliani, in occasione della mostra, presenterà inoltre la sezione “Ospiti d’onore”, curata dal professore Alberto D’Atanasio, con l’esposizione di quattro opere pittoriche e due disegni di particolare interesse scientifico e di ricerca.

La mostra sarà presentata alla stampa giovedì 22 giugno p.v, alle ore 11.30 a Palazzo Mauri. L’incontro proseguirà nell’adiacente Palazzo Montani con la visita in anteprima della mostra e con la possibilità di sperimentare le innovazioni tecnologiche e di “realtà immersiva” sviluppate dall’Istituto Amedeo Modigliani.

All’incontro parteciperanno l’Assessore comunale alla cultura, Camilla Laureti, il presidente dello IAM, Luciano Renzi, Cesare Pippi, Alberto D’Atanasio, Anna Alberghina, Bruno Albertino, rappresentanti del Festival dei due Mondi e della società Oniride.BANNER-DUE-MONDIsave_the_date

Share

Related Post

Related Blogpost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commentiultimi pubblicati

Fabrizio 2020-09-20 13:05:13
Considerando che la popolazione spoletina non ha ancora compreso se esiste una politica per la città da parte di questa.....
Gianni 2020-09-09 02:36:29
Se le impiegate fossero anche cortesi e educate verso il prossimo e le persone che reputano inferiori a loro (.....
Tennis, si ferma in semifinale l'avventura di Ginevra Batti ai campionati italiani Under 11 | Gtennis Associazione Sportiva Dilettantistica 2020-09-05 06:47:09
[…] di Re.Ber. “Vivere una favola”, cantava Vasco Rossi. Ginevra Batti, talentuosa tennista spoletina di soli 10 anni che gioca.....
Claudio Balducci 2020-08-27 11:11:23
Bene,almeno qualcuno prova a metterci la faccia.. Ci sono delle cose però che non rispondono alla realtà dei fatti, ed.....
Zorro 2020-07-23 19:20:34
In genere ci sono due gatti un cane ed un cavallo agli eventi compresi il direttore di palazzo collicola ma.....