Alleanza Civica: “Contrari al nuovo supermercato in via Nassirya”

  • Letto 365
  • Il comunicato stampa dei consiglieri Dottarelli e Profili 

    Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

    Siamo contrari alla costruzione del nuovo supermercato nei pressi di via Nassirya, perché questa scelta dimostra tutta l’approssimazione e la mancanza di visione della città da parte della giunta Sisti e della maggioranza che la sostiene.
    Ci sono sembrate solo scuse, quelle sostenute dalla maggioranza, che ieri in Consiglio comunale ha votato la pratica approvandola, specialmente quella sulla continuità amministrativa. A loro dire, infatti, l’approvazione della pratica non sarebbe stata altro che un passo “obbligato”, una semplice constatazione, la conferma di un orientamento e di una decisione già presi dalle precedenti amministrazioni, a far data dal 2020, quando la società Icom fece domanda per la realizzazione del nuovo punto vendita in via Nassirya.
    In realtà non è così ieri il consiglio comunale avrebbe potuto approvare o rigettare la proposta , nessun obbligo. Altrimenti significa svilire il ruolo del Consiglio. Invece sciente e cosciente la maggioranza ha approvato la variante al piano regolatore stabilendo il passaggio dell’area da Servizi a Commercio! Quindi ha avallato l’apertura del nuovo supermercato.

    Non siamo contrari al supermercato per partito preso, ma per valide ragioni.

    In città, soprattutto in quell’area ampiamente servita, non c’è necessità di un altro supermercato. Vero che dobbiamo perseguire libertà di iniziativa e concorrenza, pluralismo nell’offerta ma tutto questo in un ottica di modernizzazione, razionalizzazione della distribuzione e di tutela e vantaggio del consumatore , non fine a se stessa
    Al momento risulta solo un evidente ed ennesimo consumo di suolo quando si sarebbe potuto evitare, dirottando la struttura nelle aree commerciali esistenti e da rivitalizzare.

    Aggiungiamo che l’apertura del supermercato potrebbe interferire con il piano di emergenza esterno dell’azienda Italmatch e quindi già solo per questo avrebbe dovuto essere individuata un’altra area per la sua realizzazione.
    Inoltre, la città di Spoleto per anni ha sofferto la criticità viaria dell’area intorno al viale G. Marconi che in parte, ma solo in parte, è stata migliorata proprio con la costruzione di via Nassirya.
    Però,in seguito all’emergenza sisma e alla necessità di allocarvi temporaneamente alcune scuole rese inagibili dal terremoto, quell’area è di nuovo in sofferenza.
    Oggi, per le scelte della vecchia e dell’attuale amministrazione, quella che doveva essere solo una gestione di emergenza, si sta prolungando e consolidando oltre misura ed è diventata un vero problema.
    Infatti, la ricostruzione-adeguamento della Dante è sempre più un miraggio e i ragazzi fanno ormai parte della popolazione studentesca del plesso della Pianciani, e così sarà per i prossimi 4/5 anni.
    A questo si rischia di sommare, sempre per volontà dell’attuale amministrazione, la delocalizzazione dell’istituto G. Spagna nei pressi del PalaTenda e di lasciare in pianta stabile il liceo scientifico in via Visso, optando per l’ingolfamento totale e definitivo di tutta l’area.

    Se a questo poi aggiungiamo che all’inizio del viale Marconi, nei pressi del distributore di carburanti, verrà probabilmente costruita un’altra struttura di vendita, voi capite che quell’area rischia seriamente di scoppiare.
    Se così fosse, in alcuni orari sarebbe addirittura impossibile per i residenti della periferia nord di Spoleto raggiungere il centro della città, o la stazione ferroviaria.
    Senza dimenticare che si sta procedendo verso il congestionamento dell’intera zona senza un adeguato progetto di variante alla viabilità!
    Ecco perché parliamo di assenza di visione e programmazione.
    Se poi ripensiamo alle battaglie fatte pure dal PD, in merito alla delocalizzazione in via Valadier della Dante e a coloro che gridavano che così facendo avremmo spogliato il centro storico … Costoro hanno valutato cosa significherà, anche per le attività commerciali, la delocalizzazione definitiva del liceo scientifico e dell’istituto Spagna?

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Michele Zicavo 2022-11-30 10:07:50
    Ringrazio tutta la Redazione per l'attenzione e la sensibilità dimostrata nei confronti di questi meravigliosi ragazzi e del progetto "Calcio.....
    Aurelio Fabiani 2022-11-28 21:38:55
    Ben arrivati. Il treno della protesta è partito 55 giorni fa. Comunque vediamo che volete fare.
    Aurelio Fabiani 2022-11-23 10:23:54
    INTITOLARE UNA STRADA A GINO STRADA. OTTIMA PROPOSTA. MA SE POI FAI LA STRADA OPPOSTA, QUESTA PROPOSTA NON E' UNA.....
    Aurelio Fabiani 2022-11-16 20:52:40
    Vigilare sul previsto? Hanno già fatto. Chiuso il punto nascite. A chi tiene in mano le chiavi del city forum.....
    Aurelio Fabiani 2022-11-08 06:56:41
    Hanno anche il coraggio di parlare!