“Tra scaricabarile e pericolosa inadeguatezza”

  • Letto 594
  • Il comunicato stampa dei consiglieri Cretoni, Dottarelli, Imbriani, Grifoni e Profili 

    Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

    TRA SCARICABARILE E PERICOLOSA INADEGUATEZZA
    Giovedì 26 ottobre si è tenuto il Consiglio comunale alla presenza del presidente della VUS Spa, Valle Umbra Servizi, ing. Vincenzo Rossi, del Direttore Generale ing. Marco Ranieri e di alcuni dirigenti dell’Azienda, utile a far conoscere alla massima assise cittadina le scelte strategiche elaborate e contenute nel Piano Industriale 2022-2031.
    In tutti questi anni è la prima volta che la VUS elabora un piano industriale che ha ottenuto il plauso delle Organizzazioni Sindacali di settore e che consente di rendere l’azienda efficiente.
    Con indiscussa competenza, chiarezza e professionalità, il direttore generale Ing. Ranieri ed i nuovi dirigenti della VUS, hanno presentato anche il nuovo piano di raccolta dei rifiuti in esso contenuto che permetterà anche al Comune di Spoleto di raggiungere la fatidica percentuale di raccolta differenziata del 72%, così come stabilito dal Decreto di Giunta regionale 34/2016.
    In maniera inconfutabile, il presidente Rossi, che tra l’altro svolge il suo ruolo in forma completamente gratuita, ha illustrato quelli che sono stati i maggiori interventi di risanamento e ristrutturazione gestionale messi in campo dall’Azienda, non nascondendo le oggettive difficoltà economiche che, grazie proprio al suddetto Piano industriale, andranno a ripianarsi nei tempi previsti. Notizie accolte positivamente dalla maggior parte dei consiglieri che, nel corso della seduta, hanno rivolto precise domande di chiarimento agli ospiti, puntualmente soddisfatte nelle risposte.
    Che la seduta avrebbe dovuto prevedere un tenore comportamentale costruttivo e non strumentalmente politico, si era capito sin dall’introduzione da parte del Sindaco, con un suo approccio fortemente propositivo, frutto probabilmente del lavoro che lo stesso aveva svolto nell’Assemblea dei Soci VUS SPA e nel “controllo analogo” di cui è presidente. Non poteva quindi il primo cittadino contraddire una strategia ed un lavoro che egli stesso aveva contribuito a costruire e non osteggiare.
    Probabilmente non aveva però fatto i conti con i suoi compagni di cordata, pronti come saette a trasformare una seria discussione istituzionale, in un già premeditato teatrino.
    Con lo spiacevole assenso del presidente del Consiglio Comunale, Marco Trippetti, che ha loro concesso la parola per ultimo, senza quindi diritto di replica da parte di alcuno, ci sono stati gli imbarazzanti interventi dell’Assessore Protasi e del vice sindaco Lisci.
    L’assessore (sicuramente una bravissima psicologa e forse anche consulente ma non certo manager gestionale al livello dei dirigenti Vus!) ha lamentato il fatto di non essere stata consultata prioritariamente e coinvolta nella costruzione del piano stesso. Parole che, con emotivo fervore, scagliava contro i dirigenti VUS, ma che avrebbe dovuto rivolgere al suo Sindaco che gli stava a fianco.
    Dimostrando di non conoscere affatto le più elementari competenze ed i diritti delle società partecipate, ci chiediamo: doveva aspettare il Consiglio Comunale per sollevare la protesta? Ma lei, non sta in Giunta? Ed il Sindaco, in Giunta, non ha mai parlato della VUS e del Piano industriale da lui votato favorevolmente nel controllo analogo del 18 Maggio 2022 ?
    Peggio ancora poi il comportamento del Vice Sindaco Lisci che, con altrettanta eccitazione emotiva, con la scusa di prendere le difese della collega, ha criticato l’operato dell’Azienda , invocando i “vecchi metodi” quando bastava una autorevole telefonata per garantirsi l’immediato intervento della VUS, a favore di questo o quel territorio.


    Il Sindaco Sisti, il Vice Sindaco Lisci e l’assessore Protasi come mai non hanno espresso le proprie considerazioni sul piano industriale il giorno 5 luglio 2022 quando lo stesso gli è stato presentato insieme ai sindaci di Campello e Castel Ritaldi.
    Perché scegliere la strada dei comunicati stampa postumi, della strumentalizzazione politica e di uno scomposto clamore istituzionale mancando di rispetto ai consiglieri tutti ed alla massima assemblea cittadina ?
    Perché non hanno raccontato prima ai membri di maggioranza tutte le informazioni ricevute sul piano industriale, non ultima quella del controllo analogo del giorno 8 Settembre 2022 ?
    Perché la Protasi, piuttosto che scagliarsi contro AURI per l’aumento delle tariffe nel consiglio comunale aperto, non ha comunicato alla cittadinanza che i costi del Comune per il servizio di riscossione del tributo TARI 2021 su 2022 sono praticamente raddoppiati passando da euro 826 mila a 1,7 milioni di euro del 2022? Perché non ha spiegato ai cittadini ed alle associazioni di categoria che il considerevole aumento delle tariffe è dovuto proprio a questo aspetto? Perché queste risorse piuttosto che essere destinate a rimpinguare le casse comunali per il servizio di riscossione reso non sono state utilizzate per migliorare il servizio di spazzamento della città?
    Atteggiamento vergognoso che dimostra la superficialità con cui taluni membri di questo esecutivo affrontano la quotidiana amministrazione della cosa pubblica e l’inadeguatezza del ruolo che gli stessi ricoprono, visto che hanno utilizzato il consiglio comunale per mera strumentalizzazione politica dimostrando di non conoscere a fondo le competenze del consiglio, del controllo analogo e dell’assemblea dei soci VUS, dove il nostro Sindaco partecipa, votando tutti gli indirizzi aziendali.
    Paradossale quindi questa ridicola catena dell’ignoto, dove l’assessore non sa quello che fa il Sindaco nell’ambito VUS; il Vice-Sindaco non sa quello che lamenta l’assessore a proposito di VUS, ed i consiglieri comunali non sanno cosa dicono nelle riunioni alle quali partecipano i membri della giunta Sisti.
    A meno che il tutto non serva loro per eludere le lamentele della cittadinanza, addossandole interamente alla società partecipata, in una sorta di irresponsabile scaricabarile, dimenticando che ognuno, in tale contesto, deve svolgere responsabilmente il proprio ruolo.
    Il Comune di Spoleto, con in testa la sua Amministrazione, quale co-proprietario della VUS, anziché lederne l’immagine per becero populismo politico, dovrebbe avere quale primo scopo la valorizzazione di questa Società, attraverso un confronto costruttivo e propositivo.
    Ecco perché quella di giovedì in Consiglio è stata una patetica figuraccia, che avremmo voluto certamente evitare, soprattutto nei confronti di un management aziendale, come quello della VUS, di altissimo profilo professionale e con una grande ed apprezzata esperienza.
    Saranno poi i risultati a giudicare il loro operato ed il conseguimento degli obiettivi che si sono posti e che l’assemblea dei soci ha approvato.
    Per la conclusione non appropriata del Consiglio Comunale, ci scusiamo noi, per loro, ma vogliamo chiarire al Management ed il CDA VUS che trattasi semplicemente di tenero e sfrontato populismo e di un classico tentativo di scaricabarile.

    Spoleto, 5 Novembre 2022

    Alessandro Cretoni
    Alessandra Dottarelli
    Sergio Grifoni
    Paolo Imbriani
    Gianmarco Profili

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2023-01-28 11:29:13
    De Luca ok! Ma a Spoleto fanno un altro mestiere .STAVOLTA VE LO DICIAMO DIRETTAMENTE. Solo i fatti dicono chi.....
    Aurelio Fabiani 2023-01-20 22:16:38
    Un comunicato demenziale, di un campanilismo dell'immagine miope di chi vede uffici là dove noi vediamo servizi per i cittadini......
    Casa Rossa Spoleto 2023-01-08 09:27:58
    La parte che svolge Grifoni non ci piace. Un comunicato vuoto di obiettivi, con qualche "anatema", volto a sottrarre alla.....
    giotarzan 2022-12-24 15:05:16
    questo "signore" è 10 volte o forse più che viene denunciato, furti, aggressioni, foglio di via obbligatorio e chi più.....
    Massimo 2022-12-23 12:45:07
    In verità le promesse le hanno fatte a colaiacovo no ai lavoratori vergogna, come la protasi si vanta di essere.....