Spoleto, la campagna di screening per il Covid-19 è estesa a tutti i cittadini

Resta la priorità per le categorie prescelte e le persone ritenute fragili. Ecco come richiedere il test sierologico rapido

Proseguono i test sierologici rapidi. Da mercoledì 14 e fino alla fine del mese di aprile, la campagna di screening per valutare la reale circolazione del Covid-19 è estesa a tutti i cittadini, mantenendo la priorità per le categorie prescelte (operatori del commercio, associazioni di volontariato e dipendenti comunali) e per i soggetti ritenuti fragili (che possono effettuare la prenotazione singolarmente o tramite le associazioni).

Per richiedere il test è sufficiente inviare una email all’indirizzo test.rapido@comune.spoleto.pg.it e sarà poi il personale del Centro Operativo Comunale (COC) ha contattare direttamente gli interessati per fissare l’appuntamento.

I test, come già comunicato nei giorni scorsi, vengono eseguiti presso la sede della Protezione Civile in via dei Tessili 15 a Santo Chiodo (il tempo di attesa per avere la risposta sarà di circa 15 minuti).

La campagna di screening interesserà comunque circa 2000 persone che, tramite adesione volontaria, verranno sottoposte al test.

In base ai protocolli stabiliti tra la Usl Umbria 2 e la Protezione Civile comunale, coloro che avranno l’esito del test dubbio o positivo saranno sottoposti a tampone molecolare entro 24 ore.

I test sierologici rapidi, che non vengono utilizzati per la diagnosi clinica o nel contact tracing (non hanno infatti valore diagnostico), sono invece molto utili per la rilevazione della presenza o meno degli anticorpi negli studi epidemiologici.

I test sierologici rapidi si basano su dispositivi che possono essere utilizzati anche al di fuori dei laboratori: sul dispositivo viene depositata una goccia di sangue e la presenza di anticorpi viene visualizzata mediante la comparsa di una banda colorata o di un segnale fluorescente che viene letto con un piccolo presidio di rilevazione (i test rapidi, proprio per le loro caratteristiche tecniche, sono solamente qualitativi, cioè rilevano soltanto la presenza o meno degli anticorpi, ma non in quale quantità e con quale capacità protettiva).

Share

Related Post

Related Blogpost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commentiultimi pubblicati

Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....
Aurelio Fabiani 2024-03-11 09:58:47
Avete già firmato il 22 ottobre 2020, con la chiusura dell' Ospedale San Matteo. Ci basta quella per conoscere gli.....
Trevi, al via domani in Umbria una due giorni di convegno sul tema "La cooperazione internazionale come strumento di sviluppo". Notizie da entrambi i mondi - GORRS 2024-02-29 23:47:10
[…] Source link […]