Spoleto, 40enne minaccia e insulta gli Agenti di Polizia

  • Letto 505
  •  Denunciato per minacce, lesioni e resistenza a Pubblico Ufficiale

    Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Spoleto, – si legge in una nota stampa della Questura  – a seguito di chiamata al Numero Unico di Emergenza Europeo, sono intervenuti a tarda notte in soccorso di un uomo che aveva segnalato l’impossibilità di rientrare in possesso delle chiavi della propria auto, rimaste all’interno dell’appartamento dell’ex compagna che si rifiutava di consegnargliele.

    Giunti sul posto, gli operatori sono stati raggiunti dalla donna che ha riferito di aver già riconsegnato le chiavi dell’auto all’ex compagno ma che, nonostante ciò, il 40enne non voleva andare via e insisteva per entrare all’interno dell’abitazione per poter prendere i propri effetti personali.

    La donna ha raccontato ai poliziotti  – prosegue la nota –  di essersi già accordata con i genitori dell’ex fidanzato per la riconsegna degli oggetti che sarebbe dovuta avvenire l’indomani.
    Gli operatori, a quel punto, si sono portati all’ingresso dell’appartamento dove hanno notato il 40enne in preda ad uno stato di agitazione, intento a camminare nervosamente sul pianerottolo.

    Dopo aver tentato di tranquillizzarlo, gli agenti lo hanno invitato ad allontanarsi. Ma l’uomo, sempre più agitato, ha iniziato ad insultare e a minacciare gli operatori, colpendosi violentemente il volto e il petto.

    Nonostante i tentativi di riportarlo alla calma, il 40enne non ha desistito e si è avvicinato ai poliziotti con aria intimidatoria. A quel punto, nel tentativo di contenerlo in sicurezza, dopo una breve colluttazione – nel corso della quale un agente è rimasto ferito – l’uomo è stato accompagnato presso gli uffici del Commissariato di Spoleto per l’identificazione.

    Anche nei locali di polizia, l’uomo ha continuato con il proprio atteggiamento aggressivo e autolesionistico al punto che, dopo aver chiamato un parente per cercare di calmarlo, gli agenti hanno richiesto l’intervento del personale del 118 per le cure mediche del caso.

    Il comportamento ostile del 40enne è proseguito anche nel reparto dell’ospedale, dove gli operatori si erano recati per sincerarsi delle sue condizioni di salute.

    Per questi motivi, – conclude la nota – l’uomo è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di minacce, lesioni e resistenza a Pubblico Ufficiale.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2024-02-07 08:55:12
    Il PD il nulla, sicuramente troppo, troppo poco,tardi e male e con strani mal di pancia. La Destra il tutto,.....
    Aurelio Fabiani 2024-02-02 20:14:13
    LA TESEI DI NASCOSTO VIENE ALL' OSPEDALE PER NON FARSI MALE. All' oscuro di tutti una volta arrivavano i ladri......
    Aurelio Fabiani 2024-02-01 12:32:14
    BASTA CON QUESTO RIMPALLO DI RESPONSABILITÀ. LA LOTTA DEVE ESSERE PER GARANTIRE A OGNI TERRITORIO E A OGNI OSPEDALE DELLA.....
    AURELIO fABIANI 2024-01-19 18:15:42
    ABBIATE LA DECENZA DI FARE SILENZIO! Voi Governo del: " MI FACCIO GARANTE CHE TUTTO TORNERA' COME PRIMA, TUTTI I.....
    Aurelio Fabiani 2024-01-10 16:26:17
    Meglio tardi che mai. IERI I COMITATI SI SONO CONFRONTATI COL SINDACO. ADESSO VEDIAMO CHI VIENE A PERUGIA A CANTARLE.....