Serie C2, Rivo Subasio-Ducato Futsal 5-6

  • Letto 494
  • La Ducato Futsal rimonta tre reti, espugna Rivotorto e si trova ad un passo dalla C1

    Grande impresa della Ducato Futsal, che batte fuori casa la Rivo Subasio, decisamente la squadra più in forma del girone e si porta a soli tre punti dalla vittoria del campionato. De Moraes, oltre che di Cannarozzo, deve fare a meno di Rosi squalificato e di Stramaccioni, alle prese con un attacco influenzale. Dall’altra parte Caldarelli, dato in settimana per assente, recupera e farà sentire, eccome, la sua presenza nel primo tempo.
    Avvio pimpante della Ducato che, sul piccolo terreno di gioco di Rivotorto, passa dubito in vantaggio, grazie ad un bel movimento di Cocco che sorprende Iachettini, dopo essersi liberato di capitan Becchetti (duello di grandissimo spessore tra i due che durerà per tutto l’incontro). Rivo che prova a reagire e che trova il vantaggio con ripartenza, in cui la Ducatoè troppo sbilanciata, finalizzata da Caldarelli. Gli spoletini sono sul pezzo: Bonelli sventa un gran tiro di Longo e poi Trapasso insacca un bello schema da angolo. Il 2-1 dura per meno di un minuto, perché Caldarelli fulmina Bonelli con una gran puntata di destro da sinistra. Il match è bello vivo, ma si assesta per qualche minuto e, a parte una carambola di Cocco che Iachettini salva con l’aiuto del palo, non accade niente di rilevante fino a quando ancora Caldarelli griffa la sua tripletta personale. La Ducato reagisce, ma Vasilache spreca un paio di occasioni non da lui. Meglio il Rivo nel finale di tempo: Bonelli è reattivo ad evitare il poker di Caldarelli con l’aiuto del palo, ma poi si fa sorprendere da Belia.
    Nella ripresa ancora Vasilache ha sui piedi la palla del terzo gol, ma la palla non vuole entrare. La dura legge del gol è in agguato e ci pensa Longo a metterla in pratica. Sul 2-5, il match sembra perduto, ma la Ducato non perde la testa e ricomincia a macinare gioco con pazienza; i padroni di casa sembrano più affaticati. Il gioco appoggiato su Cocco dà i suoi frutti: il pivot spoletino segna il 3-5 di destro al volo su respinta di Iachettini che lascia, però, la porta sguarnita. Poi ancora Cocco segna il 4-5 con uno dei suoi tipici movimenti e velenoso rasoterra sul paletto. Al 21’ Vasilache sembra voler coronare la sua sfortunata giornata con un’incredibile traversa, ma si rifà un paio di minuti più tardi, siglando il gol del 5-5, su assist di Trapasso. Un pari che non serve a nessuna delle due squadre, che si giocano il tutto per tutto con rovesciamenti di fronte che le dimensioni del campo rendono impossibili da seguire. Sono i due portieri che tengono botta con alcuni grandi interventi. Il risultato resiste fino al 29’ quando proprio Vasilache finalizza una bella ripartenza, molto contestata dai ragazzi di Pellicani, perché sarebbe stata originata da un fallo di mano. Nel finale Rivo prova ad acciuffare almeno il pari, ma è più vicino il 7-5 della Ducato rispetto al 6-6.
    Sabato prossimo al PalaRota, “match point” per i ragazzi di De Moraes (anche quest’oggi in campo per l’intero incontro il player manager spoletino), che battendo l’Oratorio Don Bosco Gubbio, sarebbero promossi in serie C1.

    Rivo Subasio: Iachettini, Rosignoli, Becchetti, Rondoni, Mariotti, Caldarelli, Tabai, Longo, Carfagna, Menghini, Belia. All. Pellicani

    Ducato Futsal Spoleto: Bonelli, Bonanno, Belli, Trapasso, Ragni, Vasilache, Cocco, Garofalo, De Moraes, Oranelli, Giusti, Pucciatti. All. De Moraes


    Arbitro: Marchetta di Perugia

    Primo tempo (4-2): 1’Cocco 4’Caldarelli 7’Trapasso 8’, 16’Caldarelli 23’Belia

    Secondo tempo (5-6): 5’Longo 12’, 16’Cocco 23’, 28’Vasilache

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....