Serie C1, Città di Norcia-Ducato Futsal 5-3

  • Letto 326
  • Non basta un’altra doppietta di Giusti. Ducato Futsal k.o. a Norcia

    Polisportiva Città di Norcia: Cellini, Allegrini, Grimaldi, Raduazzo, Riposati, Rizai, Salvatori, Ciani, Volpi. All. Boccolini-Ciani

    Ducato Futsal Spoleto: Bonelli, Trapasso, Rosi, Oranelli, Vasilache, Cocco, Secco, De Moraes, Giusti, Tacchilei, Baratta, Del Gallo, Pucciatti, Maurelli. All. De Moraes

    Arbitro: Ciampichella di Perugia e Maracchia di Foligno
    Primo tempo (3-1): 3’Allegrini 7’Giusti 13’Allegrini 23’Raduazzo
    Primo tempo (5-3): 10’Giusti 19’Raduazzo (tl) 22’Trapasso 28’Grimaldi

    Brutta e pesante sconfitta della Ducato Futsal nell’anticipo di Norcia. La squadra di De Moraes non riesce a beneficiare dell’effetto Montegabbione e non dà un minimo di continuità al risultato positivo di sei giorni fa. Merito anche di un Città di Norcia, lucido e freddo nel colpire al momento giusto, nonostante le numerose assenze, e sfruttare al meglio la poca lucidità in fase difensiva degli spoletini.
    Con Stramaccioni squalificato, in porta c’è Bonelli; Cocco è in panchina, ma non ancora in grado di dare il proprio contributo. Avvio promettente e di personalità della Ducato, ma due pali dicono di no a Vasilache. Ai nursini basta un’azione e mezzo per portarsi in vantaggio con Allegrini. Risposta rabbiosa della Ducato, che trova il pareggio con giusti al termine di una tambureggiante azione in area locale. Il peccato vero per gli ospiti è quello di incassare un 2-1 apparso evitabile: il Città di Norcia prende coraggio e una fase abbastanza equilibrata vede arrivare anche il 3-1, dopo che Secco aveva colpito l’ennesimo montante. Un palo ed un ottimo intervento di Bonelli evitano l’imbarcata, rimandando ogni il discorso al secondo tempo.
    Nella ripresa ancora Bonelli se la cava su Grimaldi, poi Rosi si fa ipnotizzare da Rizai al termine di una grande azione di Del Gallo. È solo il minuto 10 quando Giusti insacca il 2-3, che riaccende le speranze; ma lo stesso Giusti è impreciso e manca il 3-3. Nel frattempo la Ducato si è caricata di falli e, al 19’ Raduazzo è freddo nel battere Bonelli dalla lunetta del tiro libero. De Moraes rompe gli indugi ed indossa la maglia di portiere di movimento: dopo un paio di carambole e azioni convulse, ci vuole un colpo di biliardo di Trapasso per violare la porta avversaria e ci sarebbe tempo per raggiungere almeno il pareggio; ma un attimo dopo che anche il Città di Norcia raggiunge il quinto fallo, l’ottimo Grimaldi sfrutta al meglio un errore nella trasmissione palla spoletina, insaccando il definitivo 5-3. Nel finale una beffarda traversa dice ancora di no a Vasilache, ma nulla sarebbe cambiato per una Ducato, per i cui uomini la porta sembra veramente troppo piccola ed i portieri troppo grandi.
    Sabato prossimo al PalaRota arriva quel Lidarno dal quale è iniziata la maledizione nel girone di andata.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....