Restauro beni librari dei fondi antichi delle biblioteche di Spoleto e di Norcia

  • Letto 233
  • Presentato il restauro di 4 codici liturgici della biblioteca Carducci e di 15 volumi del Fondo Reguardati della biblioteca di Norcia “San Benedetto”

    Presentato mercoledì 11 novembre a Spoleto presso la Biblioteca “G. Carducci” a Palazzo Mauri il restauro di 4 codici liturgici databili tra il XII e XIV secolo e di 15 volumi del Fondo Reguardati della biblioteca di Norcia “San Benedetto”, comprendenti opere dalla fine del XV a tutto il XIX secolo.

    I volumi sono stati presi in custodia lo scorso 2 novembre dal direttore tecnico Paolo Crisostomi dello Studio P. Crisostomi S.r.l. di Roma che ha eseguito l’intervento di restauro, reso possibile grazie al contributo derivante dall’ 8×1000 a diretta gestione statale per l’anno 2020, ossia la quota del gettito Irpef che ogni cittadino contribuente può scegliere di destinare allo Stato.


    Compromessi dal tempo e dall’uso, i codici pergamenacei, appartenenti al fondo antico della biblioteca comunale Carducci di Spoleto, presentano un apparato decorativo articolato e curato nel dettaglio e vennero prodotti nel centro scrittorio dell’Abbazia di Sant’Eutizio (Preci), uno dei complessi monastici più antichi in Italia.
    Dal dicembre 2016, a seguito della sequenza sismica del 24 agosto, il patrimonio del fondo antico e della sezione locale della biblioteca di Norcia “San Benedetto” è stato depositato temporaneamente presso la biblioteca comunale “G Carducci” di Spoleto, per garantire sia la conservazione del patrimonio sia la sua accessibilità.


    “Il restauro di questo vasto patrimonio librario e la comune volontà di Spoleto e Norcia stanno rendendo possibile un lavoro di recupero di grande importanza, che permetterà di restituire un valore culturale prestigioso alla comunità umbra e nazionale – ha dichiarato l’assessore Danilo Chiodetti, presente all’incontro insieme all’assessore Giovanni Angelini ParoliLa nostra città è sempre più centrale nell’opera di ricovero e restauro dei beni culturali, un elemento che non solo definisce maggiormente l’identità del nostro territorio, ma che consente anche di continuare a garantire un’attività delicata e fondamentale per la Valentina e per l’Umbria“.

    Questi 15 volumi del Fondo Reguardati rappresentano una parte del vasto e pregiato patrimonio archivistico di cui dispone la nostra città. Ringraziamo la Studio Crisostomi per il pregiato lavoro svolto, la dott.ssa Giovanna Gubbini e la Soprintendenza archivistica e bibliografica dell’Umbria da lei diretta e la Biblioteca di Spoleto che hanno consentito in tutti questi anni la possibilità di consultare tutto il nostro patrimonio attualmente depositato a studenti, studiosi e cittadini. Continuiamo a lavorare per riportare a Norcia il nostro patrimonio librario e in una sede adeguata e sicura” ha detto l’assessore alla Cultura del Comune di Norcia Giuseppina Perla, presente a Spoleto insieme al Sindaco di Norcia Nicola Alemanno.​

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2023-01-28 11:29:13
    De Luca ok! Ma a Spoleto fanno un altro mestiere .STAVOLTA VE LO DICIAMO DIRETTAMENTE. Solo i fatti dicono chi.....
    Aurelio Fabiani 2023-01-20 22:16:38
    Un comunicato demenziale, di un campanilismo dell'immagine miope di chi vede uffici là dove noi vediamo servizi per i cittadini......
    Casa Rossa Spoleto 2023-01-08 09:27:58
    La parte che svolge Grifoni non ci piace. Un comunicato vuoto di obiettivi, con qualche "anatema", volto a sottrarre alla.....
    giotarzan 2022-12-24 15:05:16
    questo "signore" è 10 volte o forse più che viene denunciato, furti, aggressioni, foglio di via obbligatorio e chi più.....
    Massimo 2022-12-23 12:45:07
    In verità le promesse le hanno fatte a colaiacovo no ai lavoratori vergogna, come la protasi si vanta di essere.....