La SpoletoNorcia in MTB 2021, una speranza per il futuro

  • Letto 1115
  • Presentata alla Casina dell’Ippocastano l’ottava edizione della manifestazione sulla “ciclovia più bella d’Italia”. Ampia galleria fotografica 

    (DMN) Spoleto – È stata presentata ufficialmente questa mattina, presso la Casina dell’Ippocastano nel cuore di Spoleto, l’ottava edizione de La SpoletoNorcia in MTB, in programma nella città del Festival dei Due Mondi dal 3 al 5 settembre prossimi con il quartier generale fissato in Piazza Garibaldi, alle porte del centro storico.

    A fare gli onori di casa è stato il presidente del comitato organizzatore e della Ssd La SpoletoNorcia, Luca Ministrini che dopo aver definito la vecchia Ferrovia la “ciclovia più bella d’Italia“, illustrato programmi e progetti dell’ottava edizione ha ricordato gli sforzi per organizzare un evento cicloturistico di questa portata, nel rispetto delle norme anticovid e ecosostenibile grazie alle linee guida di Legambiente.

    Presente alla conferenza di presentazione anche il Commissario straordinario del Comune di Spoleto, Dott.ssa Tiziana Tombesi che ha definito questa edizione de La SpoletoNorcia in MTB “Una scommessa , una speranza per il futuro che è stata premiata.

    Sono attese in città circa 1500 persone – ha sottolineato la Dott.ssa Tombesi – questo un po’ mi preoccupa ma confido nel senso di responsabilità. Gli eventi che abbiamo mantenuto nonostante la pandemia, non ci devono far pentire, questa iniziativa è il frutto di uno sforzo immenso messo in campo dagli organizzatori. Il Comune non ha potuto partecipare a pieno ma  il comitatoorganizzatore è riuscito ugualmente a mettere in piedi un grande evento. Ci auguriamo – ha concluso il Commissario Prefettizio  – che questo tracciato possa essere completamente percorso in futuro. Speriamo in una visione futura da parte degli amministratori dei comuni coinvolti da Spoleto a Norcia”.

    Della stessa lunghezza d’onda anche il sindaco di Sant’Anatolia di Narco Tullio Fibraroli che ha ribadito che ormai “Da anni La SpoletoNorcia in MTB è diventato un appuntamento molto importante in cui credono tutti, dal Comune di Spoleto a tutta la Valnerina”

    “L’auspicio – ha sottolineato Fibraroli – è quello di vedere il completamento del tracciato ed avere un’adeguata manutenzione. Il nostro obiettivo è arrivare a Norcia percorrendo il tracciato originale“. Lo stesso concetto è stato espresso dal vice sindaco di Scheggino Giampiero Eresia.

    Per Umbria Mobilità ha preso la parola Paolo Capocci che ha definito il cicloturismo “Una seconda possibilità, una nuova vita per il percorso della vecchia ferrovia“.

    La SpoletoNorcia in MTB – ha detto Capocci –  è solo la punta dell’iceberg, noi dobbiamo pensare alla SpoletoNorcia come ad un negozio di 52 km aperto tutto l’anno. Il traguardo in ogni caso deve essere il recupero completo del tracciato”.

    In rappresentanza dell’MTB Club Spoleto, associazione che grazie al lavoro dei soci e del presidente ’emerito’ Luca Ministrini ha dato vita otto anni or sono alla SpoletoNorcia in MTB,  ha preso la parola il presidente Emiliano Di Battista. “Questa manifestazione – ha sottolineato il presidente  – ci porta via tempo ma allo stesso tempo ci dona passione. La nostra associazione è cresciuta grazie anche a La SpoletoNorcia ed oggi tocchiamo la soglia di quasi 200 soci provenienti non solo da Spoleto. Non vediamo l’ora, dopo i bike days dello scorso anno, di tornare con le famiglie a lavorare per questa manifestazione“.

    Tra I partner de La SpoletoNorcia in MTB c’è anche l’associazione benefica Il Sorriso di Teo. “La collaborazione tra la SpoletoNorcia ed Il Sorriso di Teo – ha detto il presidente Cristian Baroni è iniziata nel 2017, da lì sono partite una valanga di iniziative. Abbiamo fatto tanto: cardioprotetto le scuole (grazie alla donazione di defibrillatori ndr) , donate attrezzature mediche e a breve installeremo anche due defibrillatori pubblici“.

    Luca Proietti, direttore generale di Arpa Umbria, ha definito la vecchia Ferrovia SpoletoNorcia “Un’infrastruttura fisica che deve diventare un progetto di rete regionale” sottolineando che “Dalla SpoletoNorcia devono partire dei legami per la promozione della nostra Regione“.

    Ha concluso gli interventi il Presidente del Comitato Provinciale di Perugia di Federciclismo, Luciano Bracarda che ha detto: “Abbiamo sempre creduto che questo evento fosse il là per avvicinare la gente al ciclismo, anche per questo, abbiamo voluto Luca Ministrini con noi in Federazione“. 

    Erano presenti  alla conferenza il sindaco di Castel Ritaldi, Elisa Sabbatini, la responsabile della promozione turistica di Sviluppumbria, Beatrice Morlunghi, i rappresentanti del gruppo “Piano B” dell’associazione Teude che metterà in scena uno spettacolo itinerante domenica 5 settembre alla Casina dell’Ippocastano e quelli di Cittadinanzattiva e Spoleto cammina.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2022-11-23 10:23:54
    INTITOLARE UNA STRADA A GINO STRADA. OTTIMA PROPOSTA. MA SE POI FAI LA STRADA OPPOSTA, QUESTA PROPOSTA NON E' UNA.....
    Aurelio Fabiani 2022-11-16 20:52:40
    Vigilare sul previsto? Hanno già fatto. Chiuso il punto nascite. A chi tiene in mano le chiavi del city forum.....
    Aurelio Fabiani 2022-11-08 06:56:41
    Hanno anche il coraggio di parlare!
    Aurelio Fabiani 2022-11-05 08:42:38
    Dispiacere! Ma fate qualcosa! Incanetevi tutti davanti all'ingresso dell'ospedale! Basta parole e annunci di Consigli Comunali aperti, spariti dai radar!
    Aurelio Fabiani 2022-11-03 13:53:28
    4 NOVEMBRE, NON C'E' NULLA DA FESTEGGIARE. LA PRIMA GUERRA MONDIALE FU UNA GUERRA IMPERIALISTA E COME TUTTE LE GUERRE.....