“La ricostituzione del 2° Rgt. Granatieri di stanza a Spoleto, porterà grandi opportunità e benefici per la città”

  • Letto 746
  •  La soddisfazione di Alleanza Civica 

    Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

    Ormai manca poco, infatti è notizia di questi giorni che la Caserma Garibaldi di Spoleto, l’unica caserma operativa dell’Umbria vedrà la riconfigurazione organica dell’attuale 2° Battaglione “Granatieri di Sardegna” di stanza nella nostra città, in 2° Reggimento.

    L’esigenza di potenziare il Reparto era già stata messa in evidenza alla fine del 2017, proprio in occasione della costituzione del 2° Battaglione Granatieri “Cengio” autonomo, avvenuta alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito e del Sindaco Fabrizio Cardarelli.
    A questo proposito, e anche considerato che l’unica unità operativa della Regione è stanziata a Spoleto, a fine febbraio come Alleanza Civica, abbiamo inviato una lettera direttamente alla Presidente della Regione Umbria Donatella Tesei, chiedendole di interessarsi alla questione e di verificare quanto ancora questo progetto fosse attuale e realizzabile.

    La Presidente, nell’incontro avvenuto i primi di maggio aveva avuto rassicurazioni dal Capo di Stato Maggiore dell’Esercito.
    La ricostituzione del 2° Rgt. Granatieri di stanza a Spoleto, porterà grandi opportunità e benefici per la città.
    La ricostituzione del Reggimento ha una grande valenza dal punto di vista civile, legata alla protezione di un territorio molto sensibile e con specifiche criticità. Basti ricordare che in occasione di vari eventi sismici che hanno interessato l’Umbria, non ultimi in ordine di tempo i terremoti del 1997 e del 2016, il Battaglione è stato particolarmente apprezzato da tutta la comunità per l’impegno e il lavoro svolto.
    Altro beneficio dal forte impatto è senz’altro quello socio-economico: gli effetti della ricostituzione ricadranno positivamente sul tanto martoriato tessuto economico locale, con tutti i vantaggi che possono derivare dall’ospitalità anche di interi nuclei familiari legati ai militari effettivi al Reggimento di Spoleto.
    Insomma, qualcosa di più che una semplice opportunità, sarà una “boccata di ossigeno” per la nostra città. Con l’interessamento della Presidente Tesei, è stato possibile portare a casa un progetto iniziato nel 2014, con Fabrizio Cardarelli, un progetto che è motivo di lustro per Spoleto e tutta la Regione.

    Spoleto 6 Giugno 2022

    Alessandra Dottarelli
    Gianmarco Profili

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Michele Zicavo 2022-11-30 10:07:50
    Ringrazio tutta la Redazione per l'attenzione e la sensibilità dimostrata nei confronti di questi meravigliosi ragazzi e del progetto "Calcio.....
    Aurelio Fabiani 2022-11-28 21:38:55
    Ben arrivati. Il treno della protesta è partito 55 giorni fa. Comunque vediamo che volete fare.
    Aurelio Fabiani 2022-11-23 10:23:54
    INTITOLARE UNA STRADA A GINO STRADA. OTTIMA PROPOSTA. MA SE POI FAI LA STRADA OPPOSTA, QUESTA PROPOSTA NON E' UNA.....
    Aurelio Fabiani 2022-11-16 20:52:40
    Vigilare sul previsto? Hanno già fatto. Chiuso il punto nascite. A chi tiene in mano le chiavi del city forum.....
    Aurelio Fabiani 2022-11-08 06:56:41
    Hanno anche il coraggio di parlare!