“La debolezza dell’arroganza”

  • Letto 576
  • Comunicato stampa congiunto dei 9 consiglieri comunali di minoranza 

    Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

    Il contrario del rispetto istituzionale, è l’arroganza di potere.
    Le radici di tale arroganza, affondano sempre nell’autoreferenzialità di chi la pratica con naturalezza e prosopopea.
    Il Sindaco e la Giunta hanno adottato un documento fondamentale per il futuro della città, ovvero il Piano Generale e relativo funzionigramma, pensato per la riorganizzazione e la gestione della macchina comunale.
    E da chi ne siamo venuti a conoscenza noi Consiglieri Comunali di opposizione?
    Ovviamente dalla stampa!!!
    Comportamento questo sempre più spesso adottato dall’Amministrazione Sisti e dal Sindaco in prima persona.

    Abbiamo avuto un recente Consiglio Comunale: nessun annuncio in proposito.
    Lunedì il sindaco ha incontrato i Capigruppo consiliari ed ha parlato per quasi due ore: nemmeno una parola su tale provvedimento.

    Non vogliamo in questo frangente entrare nel merito dei contenuti del documento, lo faremo in un secondo tempo. Vogliamo al momento fermarci sul metodo, ovvero la messa in campo di un atto di assoluta mancanza di considerazione istituzionale che dovrebbe stare invece alla base di un rapporto amministrativo, sempre nel rispetto del ruolo assegnato dagli elettori ai Consiglieri stessi.

    Dove sta la trasparenza tanto sbandierata?
    Dove stanno il coinvolgimento e la partecipazione, sani propositi sventolati per mesi col vento della inattendibilità?
    Dove stanno la ricerca della collaborazione e l’esaltazione della sana democraticità, con la quale il sindaco si riempie la bocca ogni volta che interviene in pubblico?

    Noi riscontriamo solo la concretizzazione di quella falsa umiltà che spesso porta a predicar bene, ma non agire di conseguenza.
    Non pretendiamo certo di sostituirci a lui ed alla sua Giunta, siamo stati votati per restare all’opposizione.
    Ma stare all’opposizione non significa accettare supinamente atti di mortificazione politica e amministrativa.
    Le decisioni adottate nella piena solitudine, quella legittimata solo dai numeri, e non condivise nelle sedi istituzionali riconosciute, prima o poi porteranno all’isolamento.
    Ciò che più ci duole è che non solo l’Amministrazione resterà isolata, ma trascinerà con se nella deleteria segregazione anche la nostra città.

    Caro sindaco Sisti, si ricordi: nessun pilota vince alla prima curva, ma tanti perdono lì.

    Spoleto 17 marzo 2022

    Maria Elena Bececco
    Diego Catanossi
    Giancarlo Cintioli
    Alessandro Cretoni
    Alessandra Dottarelli
    Sergio Grifoni
    Paolo Imbriani
    Gianmarco Profili
    Paolo Piccioni

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Adolfo Sandri Poli 2022-06-11 01:36:02
    Mi congratulo co rinnovata speranza con i Consiglieri Grifoni, Dottarelli, Cretini, Imbriani, Profili, (l'ordine dei nomi è casuale) per le.....
    Francesco 2022-05-23 08:10:44
    Questa proposta "futurista" della mototerapia la trovo alquanto singolare anche per il fatto che, pur essendo, le moto, dei mezzi.....
    Francesco 2022-05-18 23:11:12
    Si, è una bella iniziativa, ma mi chiedo se convegni come questo serviranno a far si che la Spoleto-Norcia possa.....
    Giorgio proietti 2022-05-06 07:44:20
    Pover fratello mio
    fabien 2022-04-09 10:16:14
    Ma guarda un po', per il Mattatoio, i soldi ci sono grazie all interessamento della silente Agabiti(sulla vicenda dell'ospedale di.....