Ius soli e Ius culturae: grande soddisfazione per l’approvazione della mozione presentata da Ora Spoleto

  • Letto 721
  • È stata sottoscritta anche dal Movimento 5 Stelle 

    Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

    Approvata la mozione che impegna il Sindaco e il consiglio a modificare lo Statuto comunale affinché venga introdotto il riferimento simbolico allo “Ius soli” e “Ius culturae”, per minori nati in Italia da genitori stranieri residenti in Italia, e per minori nati all’estero che abbiano frequentato e concluso in Italia un ciclo scolastico, al fine di modificare alcune prassi che possono essere discriminatorie in materia di residenza.
    In attesa dell’auspicata riforma della legge sulla cittadinanza, lo scopo è di promuovere l’eguaglianza e l’effettiva partecipazione dei minori alla vita sociale senza distinzione di origine o provenienza, e l’impegno a sancire l’appartenenza alla comunità locale, istituendo una speciale forma di “Cittadinanza onoraria del Comune di Spoleto”. La mozione, già approvata in altre città italiane, richiama l’art. 2 della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, approvata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989, che afferma: “Gli Stati parte si impegnano a rispettare i diritti enunciati nella presente Convenzione e a garantirli a ogni fanciullo che dipende dalla loro giurisdizione, senza distinzione di sorta e a prescindere da ogni considerazione di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o altra del fanciullo o dei suoi genitori o rappresentanti legali, dalla loro origine nazionale, etnica o sociale, dalla loro situazione finanziaria, dalla loro incapacità, dalla loro nascita o da ogni altra circostanza”.
    Inoltre, la mozione chiede di istituire la “Cittadinanza onoraria per minori stranieri”, residenti a Spoleto, nati in Italia da genitori stranieri regolarmente soggiornanti o nati all’estero, e minori nati all’estero che abbiano frequentato e completato almeno un ciclo scolastico o di formazione italiano, come speciale forma di riconoscimento del loro ruolo di coesione tra popoli e culture diversi e per affermare pienamente le libertà fondamentali delle persone”, nonché di istituire un evento pubblico di promozione della Cittadinanza onoraria in concomitanza con la Giornata internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’adolescenza che si celebra il 20 novembre di ogni anno, quale atto simbolico, nell’auspicio di una effettiva riforma del diritto di cittadinanza.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo neri 2024-07-06 09:48:20
    La trave nel....l'occhio altrui è sempre una pagliuzza.
    Aurelio Fabiani 2024-07-04 18:04:00
    Chiunque incontri la Tesei e non rivendichi la riapertura immediata di tutti i reparti del San Matteo chiusi nel 2020,.....
    Carlo neri 2024-06-30 17:36:48
    Bocci senza lo sponsor Comune di Spoleto/PD farebbe la fame.
    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....