• Letto 1047
  • Barbarito: “Con questi interventi andremo a rendere nuovamente abitabili appartamenti che saranno assegnati a famiglie in attesa di un alloggio popolare, risolvendo così l’emergenza abitativi di alcuni nuclei familiari, favorendo al contempo un pur piccolo incremento dei residenti nel capoluogo”

    Partirà nei prossimi giorni un nuovo cantiere a Giano dell’Umbria: questa mattina, infatti, c’è stato il sopralluogo con la ditta appaltatrice dei lavori di manutenzione straordinaria (70 mila euro) presso il complesso di San Francesco, dove si interverrà su alcuni alloggi di edilizia residenziale – di proprietà comunale – che potranno poi essere assegnati a famiglie in emergenza abitativa.

    Ater Umbria, che gestisce le case popolari in convenzione con il Comune, curerà la direzione dei lavori. 

    Si arricchisce così il piano di interventi sul complesso di San Francesco avviato dall’amministrazione comunale, curato dal vice sindaco con delega al patrimonio, Jacopo Barbarito, che ha visto nel settembre 2019 l’allestimento e assegnazione dei nuovi locali per gli ambulatori medici; nell’ottobre dello stesso anno la riapertura dei locali dell’ex teatro; seguiti nell’estate 2020 dal rifacimento della pavimentazione ammalorata all’ingresso dell’ufficio postale e proseguiti, infine, lo scorso anno dagli interventi sulla chiesa di San Francesco, che saranno ultimati nelle prossime settimane.

    “Con questi interventi andremo a rendere nuovamente abitabili appartamenti che saranno assegnati a famiglie in attesa di un alloggio popolare, risolvendo così l’emergenza abitativi di alcuni nuclei familiari, favorendo al contempo un pur piccolo incremento dei residenti nel capoluogo”, ha spiegato il vice sindaco.

    Tra gli interventi che saranno effettuati ci sono la risistemazione dei muretti e delle rampe d’accesso esterne del complesso, la sostituzione delle caldaie ad uso domestico, trattamenti anti muffa, adeguamento e verifica degli impianti, sostituzione dei sanitari dei bagni, restauro e impermeabilizzazione degli infissi lignei, tinteggiatura e altre finiture interne.

     

    Nela foto: il titolare dell’impresa Fioroni Srl, il vice sindaco Barbarito e il direttore dei lavori Martellini (Ater Umbria)

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo neri 2024-07-06 09:48:20
    La trave nel....l'occhio altrui è sempre una pagliuzza.
    Aurelio Fabiani 2024-07-04 18:04:00
    Chiunque incontri la Tesei e non rivendichi la riapertura immediata di tutti i reparti del San Matteo chiusi nel 2020,.....
    Carlo neri 2024-06-30 17:36:48
    Bocci senza lo sponsor Comune di Spoleto/PD farebbe la fame.
    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....