Ferentillo, Festa di San Biagio al Castello di San Mamiliano

  • Letto 125
  • Mostra e conferenza sul Santo protettore della Gola

    Come ogni anno, domenica 3 febbraio, presso il Castello di San Mamiliano (comune di Ferentillo), si celebrarà la festa in onore di San Biagio, il famoso Santo protettore della gola.

    Per l’occasione il Comune di Ferentillo, la Pro Loco di Ferentillo e il Gruppo “I Cantori della Valnerina”, in collaborazione con il Cedrav – Centro per la Documentazione e la Ricerca Antropologica in Valnerina e EO|LO – Etnolaboratorio per il Patrimonio Culturale Immateriale, hanno voluto rendere omaggio a questo Santo allestendo la Mostra fotografica “San Biagio in Italia. I luoghi, il culto, le feste” e organizzando una conferenza che avrà come tema “il culto di San Biagio in Italia e in Valnerina”.

    La Mostra, che sarà inaugurata alle 10:00 dal Sindaco di Ferentillo, Paolo Silveri, e dal Presidente della Pro Loco, Emilio Rosati, espone tutto il materiale raccolto dal “Progetto San Biagio”, nato in Croazia su idea del Museo Etnografico (DU’M), in occasione del 700° anniversario del martirio del Santo. Alla conferenza, che si svolgerà alle 10:30 presso il palazzo comunale di Ferentillo, prenderanno la parola la Prof.ssa Paola Elisabetta Simeoni, che ci parlerà dei vari aspetti raccontati nella Mostra sul culto di San Biagio, Angelo Palma, che tratterà degli aspetti del culto di San Biagio in Italia e Agostino Lucidi, che si occuperà del culto di San Biagio in Valnerina. Durante la conferenza spazio anche ai Canti Tradizionali, con il Gruppo “I Cantori della Valnerina”, che da anni cerca di salvare dall’oblio tutte quelle tradizioni canore e musicali proprie dei paesi della Valnerina.

    Nel pomeriggio (ore 16:00), presso il Castello di San Mamiliano, verrà celebrata da Don Rinaldo Cesarini la Santa Messa in onore di San Biagio, con il tradizionale rituale della protezione della gola compiuto ungendo con dell’olio la gola dei fedeli e successivamente riscaldandola con la fiamma di una candela. Al termine della S. Messa, sempre presso la chiesina del castello, ci sarà una Elevazione Musicale a cura del Quintetto d’Ottoni della Banda Musicale “Furio Miselli” di Ferentillo, diretto dal M. Luca Panico. Per chi invece volesse conoscere tutta la storia del Castello di San Mamiliano, alle 15.00 verrà effettuata una Visita Guidata gratuita per le vie del castello, a cura di Sebastiano Torlini (Guida Turistica Abilitata).

    Il Programma:

    Ore 10:00

    Inaugurazione Mostra Fotografica

    “San Biagio in Italia. I luoghi, il culto, le feste”

    Ferentillo (Tr) – Palazzo Comunale, Via della Vittoria 77

    Ore 10:30

    Convegno a cura del CEDRAV e EO | LO

    “Il Culto di San Biagio in Italia e in Valnerina”

    Intermezzi con Canti a cura del Gruppo “I Cantori della Valnerina”

    Ferentillo (Tr) – Palazzo Comunale, Via della Vittoria 77

    Ore 15:00

    Visita Guidata al Castello di San Mamiliano

    a cura di Sebastiano Torlini – Guida Turistica Abilitata

    Ore 16:00

    Santa Messa in onore di San Biagio

    con rituale della protezione della gola

    Castello di San Mamiliano (Ferentillo) – Chiesa di San Bagio

    Ore 17:00

    Degustazione di Prodotti Tipici e Stagionali

    Canti per le vie a cura del Gruppo “I Cantori della Valnerina”

    Castello di San Mamiliano (Ferentillo)

    Ore 18:00

    Concerto Musicale a cura della Banda Musicale “Furio Miselli”

    diretta dal M. Luca Panico

    Castello di San Mamiliano (Ferentillo) – Chiesa di San Biagio

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    stefania amara 2019-02-20 12:50:25
    Cuginotto,,sei solamente da ammirare per questa lontananza costretta dalla vita. Un abbraccio
    Alberto Mossone AM&C Marketing - Perugia 2019-02-19 19:30:26
    Concordo pienamente con quanto afferma il Direrttore Gauzzi: la politica deve fare la sua parte, ma gli imporenditori umbri debbono.....
    Enrique 2019-02-16 08:25:46
    Vivere in Umbria è praticamente impossibile pure per chi viene da fuori. Qualunque cosa si faccia lo stress, le rotture.....
    Carlo Alberto Bussoni 2019-02-13 18:49:17
    Chiacchiere, chiacchiere, chiacchiere....intanto sono 2 anni e mezzo che sto fuori di casa e non si vede un modo per.....
    ANDREA MUTI 2019-01-26 21:59:07
    Caro Luca grazie mille per le belle parole. Ale ed io siamo molto emozionati per la nascita del piccino. Vediamo.....