Esercitazione di Protezione Civile “Ponziano 2024”

  • Letto 252
  • La simulazione di un evento sismico e le attività di soccorso sono in programma dal 19 al 21 aprile

    Testare il Piano Comunale di Protezione Civile, verificare l’addestramento dei volontari e del personale responsabile del Centro Operativo Comunale, monitorare le attrezzature in dotazione. Sono questi in estrema sintesi alcuni degli obiettivi dell’esercitazione “PONZIANO 2024”, in programma dal 19 al 21 aprile a Passo Parenzi, Colle San Tommaso e piazza d’Armi, organizzata dal Comune di Spoleto in collaborazione con la Regione Umbria.

    Si tratta di una tre giorni che consentirà di verificare la comune metodologia operativa, frutto dell’operato congiunto di diverse squadre (dal momento dell’allertamento a quello dell’effettivo inizio delle operazioni), di analizzare un aspetto importante come quello dell’informazione alla popolazione e di valutare la congruità delle aree di attesa di Protezione Civile.

    L’esercitazione, quale strumento fondamentale di prevenzione e di verifica dei piani di emergenza, è quanto mai essenziale in un territorio come quello spoletino, soggetto come è noto al rischio di eventi sismici, perché consente di testare nel suo complesso la macchina dei soccorsi, con l’obiettivo di ridurre e gestire al meglio ogni eventuale situazione di criticità.

    “In questo quadro sarà molto importante il coinvolgimento della popolazione, perché permetterà di verificare sul campo il piano di emergenza – la Comandante della Polizia Locale, Alessandra Pirro – Chiediamo ai cittadini di collaborare, soprattutto in prossimità di alcuni scenari che saranno dettagliatamente portati a conoscenza della popolazione. L’obiettivo prioritario dell’informazione alla popolazione è infatti accrescere la consapevolezza al rischio, così da consentire a tutti di mettere in atto i comportamenti di autoprotezione e l’adesione tempestiva alle misure di sicurezza. Il messaggio informativo da comunicare al pubblico racchiude infatti due concetti fondamentali: il rischio può essere gestito e gli effetti possono essere mitigati con una serie di misure attivate a vari livelli di responsabilità”.

    A riguardo verrà posizionato un maxischermo con la trasmissione, che avverrà anche in diretta streaming nel canale YouTube e nella pagina Facebook del Comune di Spoleto, di alcune fasi dell’esercitazione, che oltre ad informare la popolazione, faciliterà la partecipazione attiva degli studenti di tutte le scuole secondarie di secondo grado del territorio comunale.

    L’esercitazione permetterà tra l’altro la realizzazione di alcuni interventi permanenti di Protezione Civile, come ad esempio la tabellazione delle aree di attesa di Protezione Civile, la cui localizzazione permetterà a tutti i cittadini di conoscere i luoghi sicuri dove recarsi in caso di evento sismico.

    Inoltre, insieme alle associazioni di volontariato di Protezione civile, nei prossimi giorni verranno organizzati alcuni incontri nelle scuole e con la popolazione per fornire tutte le informazioni utili sull’esercitazione.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....