É uscito il libro “RRR-Ribelle Rossa Rivoluzionaria. La gioventù di Spoleto degli anni ’70”

  • Letto 1533
  • É stato scritto da Aurelio Fabiani e pubblicato per la Biblioteca Popolare della Casa Rossa. Edizioni Era Nuova

    Il libro nasce dall’esigenza di mantenere viva la memoria di un periodo della nostra storia che ha molto da insegnare ai giovani d’oggi. Vuole testimoniare come l’impegno politico di centinaia di giovani nascesse da un bisogno di libertà che si manifestò con uno spirito ribelle dilagante. Questo succedeva ovunque e i giovani di Spoleto non furono da meno, assemblee studentesche, cortei lungo le vie della città, occupazioni di scuole, furono la costante per tutti gli anni ’70. Non vuole però essere solo il racconto della passione politica, della maturazione di una generazione che lottò contro l’ingiustizia della società capitalista, che tentò l’assalto ai poteri, allo Stato.  Nel libro l’autore cerca di analizzare col supporto di un’ampia mole di documenti , quale fosse il pane che alimentava questo movimento, le sue bandiere: l’antifascismo, la lotta degli operai e degli studenti, l’internazionalismo. Il libro scava nella realtà spoletina e scopre come la crescita e la radicalizzazione del movimento studentesco che tentava di trascinare sulla strada rivoluzionaria anche gli operai si scontrasse col ripiegamento di  un Partito Comunista che  dopo il colpo di stato in Cile aveva apertamente aperto al compromesso con la borghesia. I fatti sono narrati con gli occhi del testimone diretto nella prima parte, dove si riconoscono le emozioni e le motivazioni di una generazione di giovani e con la preoccupazione documentale dello storico nella seconda, ne scaturisce una storia che restituisce volti e speranze che sembrano persi nel tempo ma che non si possono perdere, per continuare a credere che la rivoluzione si può fare.

     

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    2 Comments For "É uscito il libro “RRR-Ribelle Rossa Rivoluzionaria. La gioventù di Spoleto degli anni ’70”"

    1. Carlo Alberto Bussoni
      Giugno 29, 2020

      Speranze di gioventù andate tutte deluse grazie al tradimento dei sindacati, dei partiti sedicenti di sinistra. e del menefreghismo generale. Che cosa è rimasto oggi? Niente, ognuno a coltivare il proprio orticello sempre più piccolo e sempre più infruttuoso. Ognuno….me compreso.

      Rispondi
      • Moreno angeli
        Giugno 29, 2020

        Carlo Alberto, perlomeno è rimasto il ricordo. Il ricordo di noi amici di una volta. Quello dei ragazzi di oggi, ipocriti e menefreghisti, parlano agli”amici” tramite i social o wattsapp. Che pena!!!!!!!!!!!!!!

        Rispondi

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2024-02-07 08:55:12
    Il PD il nulla, sicuramente troppo, troppo poco,tardi e male e con strani mal di pancia. La Destra il tutto,.....
    Aurelio Fabiani 2024-02-02 20:14:13
    LA TESEI DI NASCOSTO VIENE ALL' OSPEDALE PER NON FARSI MALE. All' oscuro di tutti una volta arrivavano i ladri......
    Aurelio Fabiani 2024-02-01 12:32:14
    BASTA CON QUESTO RIMPALLO DI RESPONSABILITÀ. LA LOTTA DEVE ESSERE PER GARANTIRE A OGNI TERRITORIO E A OGNI OSPEDALE DELLA.....
    AURELIO fABIANI 2024-01-19 18:15:42
    ABBIATE LA DECENZA DI FARE SILENZIO! Voi Governo del: " MI FACCIO GARANTE CHE TUTTO TORNERA' COME PRIMA, TUTTI I.....
    Aurelio Fabiani 2024-01-10 16:26:17
    Meglio tardi che mai. IERI I COMITATI SI SONO CONFRONTATI COL SINDACO. ADESSO VEDIAMO CHI VIENE A PERUGIA A CANTARLE.....