Controlli dei Carabinieri presso il mercatino dell’usato: denunciato espositore di materiale di antiquariato

È successo a Pissignano

Nel corso di domenica 8 maggio u.s. – si legge in una nota stampa del Comando Provinciale  – i Carabinieri della Stazione di Campello sul Clitunno hanno effettuato un servizio dedicato al controllo del territorio all’interno della nota “Fiera del piccolo antiquariato, del rigattiere e del collezionismo d’arte” di Pissignano. Infatti, come è risaputo ogni prima domenica del mese nella frazione di Campello Sul Clitunno, si svolge un mercato dell’antiquariato dell’usato e del collezionismo che conta ormai ben 250 espositori.
Per importanza e grandezza è stimata essere la 1° Fiera dell’Umbria e la 4° Fiera d’Italia di questo genere con vendita di oggettistica di ogni genere: dall’old Sheffield, all’argento e “silver-plate”, alle porcellane e ceramiche di varia manifattura, dai mobili d’epoca ai quadri ed agli orologi antichi e da collezione, ma anche pezzi e curiosità dalla “soffitta della nonna”, dell’artigianato locale ed artistico.
Nell’ambito di tale importante mercato i Carabinieri della Compagnia di Spoleto hanno inteso svolgere un servizio di prevenzione generale e controllo del territorio delle aree prossime all’esposizione dei mobili per garantire il buon andamento della manifestazione.

I militari della Stazione di Campello sul Clitunno hanno proceduto ad attento controllo della merce in vendita sui banchi espositori del mercatino, intercettando nell’area relativa al collezionismo un’arma collocata in vendita. Specificatamente si trattava di un’antica pistola artigianale ad avancarica, monocanna e priva di matricola messa in vendita da un commerciante ambulante senza averne alcun titolo né per il porto né per la vendita. L’uomo immediatamente veniva identificato in un cittadino italiano, 62enne della provincia di Arezzo, venditore ambulante che dinnanzi alle domande dei militari e la richiesta di documentazione non era in grado di fornire elementi utili a ricostruire la vicenda a sua discolpa.
L’arma veniva sottoposta a sequestro e l’uomo segnalato all’Autorità Giudiziaria competente per i reati di vendita ambulante e porto abusivo di armi senza il titolo idoneo con annessa violazione dell’art. 37 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza.

Le persone sottoposte ad indagini preliminari si presumono innocenti.

Share

Related Post

Related Blogpost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commentiultimi pubblicati

Aurelio Fabiani 2024-02-07 08:55:12
Il PD il nulla, sicuramente troppo, troppo poco,tardi e male e con strani mal di pancia. La Destra il tutto,.....
Aurelio Fabiani 2024-02-02 20:14:13
LA TESEI DI NASCOSTO VIENE ALL' OSPEDALE PER NON FARSI MALE. All' oscuro di tutti una volta arrivavano i ladri......
Aurelio Fabiani 2024-02-01 12:32:14
BASTA CON QUESTO RIMPALLO DI RESPONSABILITÀ. LA LOTTA DEVE ESSERE PER GARANTIRE A OGNI TERRITORIO E A OGNI OSPEDALE DELLA.....
AURELIO fABIANI 2024-01-19 18:15:42
ABBIATE LA DECENZA DI FARE SILENZIO! Voi Governo del: " MI FACCIO GARANTE CHE TUTTO TORNERA' COME PRIMA, TUTTI I.....
Aurelio Fabiani 2024-01-10 16:26:17
Meglio tardi che mai. IERI I COMITATI SI SONO CONFRONTATI COL SINDACO. ADESSO VEDIAMO CHI VIENE A PERUGIA A CANTARLE.....