Campionato Italiano d’Insieme: Fenice sfortunata, una bella prestazione, ma fuori dal podio per pochissimo!

  • Letto 317
  • Le ginnaste spoletine in pedana a Torino – foto

    Sabato e domenica si è svolto a Torino il Campionato Nazionale d’Insieme di ginnastica ritmica, quasi cento le squadre qualificatesi dalle diverse fasi regionali, le Società spoletine erano presenti in tutte e tre le categorie, allieve, giovanile e Open. Una grande manifestazione curata dall’Eurogymnica Torino, che ha lasciato con un po’ di amaro in bocca alla compagine spoletina, in particolare nella gara regina, quella Open. La ginnastica ritmica è uno sport bellissimo, ma che non perdona il minimo errore, e nelle qualificazioni è importante fare bene, e rientrare in finale, perché poi in finale si riparte da zero! Ne sa qualcosa l’Eurogymnica, qualificatasi con il miglior punteggio, sabato, e giunta poi 10^ in finale, o la Ginnastica Fabriano entrata come 8^ e poi fregiatasi del titolo italiano. L’obiettivo della Fenice era quello di arrivare fra le prime 10, e giocarsi il podio il giorno seguente, non era facile essendoci ben 49 squadre partecipanti, ma una bella squadra ed una tradizione favorevole, costellata da tante finali, consentivano di sperarlo. Il punteggio di 17,550 ottenuto da Beatrice Bastida, Lavinia D’Amato, Asia Fatigoni, Benedetta Risi e Ludovica Serafini, pur ottenuto con una piccola incertezza, lasciava ben sperare, e man mano che la gara andava avanti, sembrava ci si potesse fare, alla fine però, quel 17,550 vale l’11^ posto, risultato di prestigio, ma che lascia la squadra spoletina fuori dalla finale come prima delle escluse, altra beffa arrivata dal numero delle partecipanti, se fosse stata solo una squadra in più, 50 invece di 49, le ammesse sarebbero state 12.

    Brave comunque le ginnaste spoletine, e molto brave le ginnaste della Fortebraccio Perugia che oltre a raggiungere la finale, sono salite sul podio al terzo posto con il punteggio di 19,600, completa l’eccellente risultato della nostra regione il 14° posto della Fulginium Foligno con punti 17,100. Anche dalla gara giovanile ci si aspettava qualcosa di più, esercizio con i 5 nastri, realizzato da Ivelina Taleva, era davvero bello, ma qualche errore di troppo ha lasciato la Ginnastica Umbria di Spoleto, con Claudia Cappelletti, Sara Jane Lipari, Camilla Quondam, Estel Peneva Yurieva e Ludovica Scatena, fuori dalla finale, ma con un 12^ posto tutt’altro che disprezzabile con il punteggio di 9.050. Per la squadra allieve invece, la possibilità di entrare in finale era più difficile, Ginevra e Lavinia Baldassini, Angelica Fioroni, Eleonora Restani e Alice Valentini, hanno commesso un solo errore, che è però costato tanto, il punteggio finale di 9,950, le è valso il 18° posto, ma anche un bagaglio ricco di esperienza da riportare a casa. Soddisfatte comunque le tecniche che hanno accompagnato le ginnaste in gara, Ivelina Taleva, Alessia Leonardi, Natalia Maslova e Laura Bocchini, per tutta la società, piacevole l’incontro con Agnese Duranti, che a Torino, nella giornatadi domenica insieme alle sue compagne di squadra della nazionale, ha effettuato varie esibizioni, foto, baci, abbracci e l’arrivederci a Spoleto.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Andrea 2019-10-18 13:37:56
    Una persona che quando parla si capisce cosa dice, peccato che non si candidi lei a rappresentare l'Umbria e Spoleto......
    Sonia Comessatii 2019-10-15 22:00:10
    Non mi sembra un atto serio e circostanziato se non fanno il nome dell'assessore competente. Chi è? Lavori pubblici? Scuola?
    Stefano Conti 2019-10-15 17:08:07
    prima la cina con brunini e poi non si è fatto niente, poi dovevano salvare la minerva e anche li.....
    Anna 2019-10-09 23:42:41
    Buonasera volevo informarvi che il cognome Non bellomo ma belluomo riferendomi al articolo sul artista corrado belluomo.
    Marco Morichini 2019-10-08 22:50:46
    Spero che la notizia del raddoppio ferroviario Terni-Spoleto non sia solo campagna elettorale!