Baby squillo, sessantenne spoletino portato in carcere

  • Letto 614
  • Dovrà scontare una pena di sei anni e mezzo

    I militari della Compagnia di Spoleto, – si legge in una nota stampa del Comando Provinciale  – nella giornata di ieri, hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione disposto dall’Ufficio esecuzioni penali della Procura di Spoleto al termine di un iter processuale che ha visto l’attuale arrestato, cittadino spoletino 60enne, colpevole di gravissimi reati posti in essere nei confronti di ragazze minorenni.
    Il provvedimento scaturisce da condotte commesse tra Terni e Spoleto nel 2014 che hanno visto l’attuale soggetto condannato resosi autore e responsabile, insieme ad altri soggetti, di un giro di sfruttamento della prostituzione minorile ai danni di due ragazzine, all’epoca dei fatti minorenni, nonché di violenza aggravata consumata.
    L’evento mise alla luce, tramite una particolare e complessa attività d’indagine svolta dall’Arma del Comando Provinciale di Terni in stretta sinergia con i colleghi dei reparti dipendenti del Comando Provinciale di Perugia, una chiara rete di sfruttamento minorile. Gravissimi gli episodi criminosi contestati che facevano emergere azioni scabrose operate da baby squillo dietro compensi in denaro, ricariche di cellulare e altre controprestazioni monitorate da diversi soggetti sfruttatori a favore di diversi individui con l’utilizzo di camere d’albergo e la possibilità inoltre di periodiche controprestazioni sessuali dietro veri e propri stipendi fissi ricevuti dagli sfruttatori.

    Per il 60enne, dopo le formalità di rito e le operazioni di foto segnalamento si sono aperte le porte del carcere quale emblema dell’attività di repressione svolto dall’Arma dei Carabinieri in ossequio alle norme, dietro la costante supervisione della Procura della Repubblica di Spoleto.
    I soldi e i regali, quale corrispettivo della prestazione sessuale, evidenziano come gli sfruttatori adoperassero tecniche frutto della debolezza dei minori.
    I Carabinieri della Compagnia di Spoleto continueranno la loro attività di contrasto ai reati in genere con particolare attenzione ai fenomeni che investono il mondo dei giovani.
    L’odierno arrestato dovrà scontare una pena di 6 anni e mezzo.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2023-01-28 11:29:13
    De Luca ok! Ma a Spoleto fanno un altro mestiere .STAVOLTA VE LO DICIAMO DIRETTAMENTE. Solo i fatti dicono chi.....
    Aurelio Fabiani 2023-01-20 22:16:38
    Un comunicato demenziale, di un campanilismo dell'immagine miope di chi vede uffici là dove noi vediamo servizi per i cittadini......
    Casa Rossa Spoleto 2023-01-08 09:27:58
    La parte che svolge Grifoni non ci piace. Un comunicato vuoto di obiettivi, con qualche "anatema", volto a sottrarre alla.....
    giotarzan 2022-12-24 15:05:16
    questo "signore" è 10 volte o forse più che viene denunciato, furti, aggressioni, foglio di via obbligatorio e chi più.....
    Massimo 2022-12-23 12:45:07
    In verità le promesse le hanno fatte a colaiacovo no ai lavoratori vergogna, come la protasi si vanta di essere.....