Il comunicato stampa

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

Dopo diversi giorni di riflessione, sollecitato da cittadini, ed amici, movimenti e partiti, intendo annunciare la mia disponibilità a candidarmi per la carica di sindaco di Spoleto.

Una disponibilità aperta al miglior contributo dei cittadini, degli imprenditori, dei professionisti, dei dipendenti pubblici e privati, delle associazioni, delle persone che sono e si vogliono impegnare in politica, dei partiti e dei movimenti, senza alcuna preclusione, se non quella della condivisione del progetto “SPOLETO2030, CITTÀ’ DELLA CULTURA SOSTENIBILE” e dell’accettazione di un metodo nuovo per chiamare a ruoli di responsabilità nell’amministrazione comunale e nelle sue articolazione donne e uomini che si basi sulle competenze, sul merito, sulla capacità di ascolto dei cittadini e delle imprese, prima ancora che dall’appartenenza a questo o a quel partito, a questo o quel nucleo di interesse.

Oggi l’Italia con Draghi al governo è guidata dalle migliori energie possibili, il momento storico per l’Italia e per Spoleto ancor di più è difficilissimo e durissimo, occorre perciò aprire il governo del territorio al contributo di tutte le donne e gli uomini di buona volontà e di buona capacità per far tornare Spoleto e tutte le sue frazioni allo splendore di un tempo. Occorre un Governo della Città ampio che riflette la volontà dei cittadini che in questi giorni mi hanno salutato dicendomi: “ma è vero che ti candidi?“.

Una scelta non semplice, discussa con la mia famiglia, con i miei collaboratori, con la mia associazione CiviciX, con me stesso ed il mio rigore, ma alla fine obbligata. Spoleto mi ha dato tanto, una grande opportunità di potermi cimentare nella mia professione sperimentando un mestiere che poi ho portato in tutta Italia e nel Mondo, oggi come ho detto a molti devo avere la riconoscenza di dare le mie esperienze ad una città in difficoltà. Un dovere civico.

Nelle prossime ore incontrerò nuovamente i tanti amici che mi hanno stimolato ad offrire questa disponibilità e ascolterò tutte le forze civiche e politiche che vorranno condividere il progetto strategico dei prossimi 10 anni, 2030, di cambiamento per il futuro di una città internazionale e ricca di una storia su cui costruire il valore per le nostre future generazioni.

Un progetto di riconciliazione sociale e di sviluppo sostenibile, di comunità e di solidarietà, di impresa e di lavoro, di agricoltura e di turismo, di cultura e di sicurezza. Un progetto dove i nostri giovani potranno sperimentare le loro qualità e viaggiare nel mondo ricordandosi che la nostra Spoleto gli ha dato un’opportunità. Saranno i nostri migliori comunicatori della nostra Spoleto e torneranno per portare nuova linfa alle nuove generazioni.

Questa è la mia Visione e quella della Squadra che dovremo costruire insieme per amministrare il futuro della nostra città.

Coltiviamo insieme il futuro!

Share

Related Post

Related Blogpost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commentiultimi pubblicati

Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
Alex 2024-04-20 21:19:21
Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....