Trekking urbano sulle orme del Sansi

  • Letto 1016
  • Il 26 maggio una passeggiata guidata per conoscere da vicino Achille Sansi

    A conclusione di un progetto dedicato ad Achille Sansi, i ragazzi della classe III A del liceo classico, che al barone è intitolato, offrono agli spoletini la possibilità di conoscere da vicino i luoghi più legati alla vita e alla memoria dell’illustre personaggio.

    Venerdì 26 maggio, infatti, si svolgerà il trekking urbano “Sui luoghi del Sansi”, guidato dai giovani studenti, con partenza alle ore 15,30 da largo Ermini, presso la sede dell’Archivio di Stato, dove sono conservati l’archivio e i documenti della famiglia Sansi, per l’occasione messi in mostra.

    Da lì si andrà in via Salara vecchia, dove è la casa natale del Sansi, per poi trasferirsi in via Arco di Druso (foto), dove sorge il palazzo Leti Sansi, acquistato dal padre di Achille e dove lui visse fino alla morte nel 1891 e che oggi è la prestigiosa sede del Consorzio della Bonificazione umbra. Dopo la visita allo straordinario salone d’onore, la passeggiata si concluderà nel vicino Palazzo Mauri, sede della Biblioteca comunale, dove è conservato il fondo Sansi, che consente di scoprire e indagare gli interessi e le passioni del nostro e dove sarà anche proiettato il video che i ragazzi hanno prodotto per raccontare il personaggio e il loro percorso di studio, che li ha portati a conoscere dalle fonti dirette una parte della storia cittadina e a rafforzare il loro senso di appartenenza alla comunità in cui vivono e al patrimonio storico-culturale che ne è una componente primaria.

    Complessivamente il percorso, che non presenta particolari difficoltà e che può essere tranquillamente fatto da tutti, durerà circa due ore.

    Il trekking è uno dei prodotti didattici del progetto, avviato nell’ottobre del 2022, in occasione del bicentenario della nascita del barone Achille Sansi, che fu storico, amministratore pubblico e protagonista di primo piano della vita politica, scolastica e culturale per oltre quarant’anni, tanto che alla sua morte, l’allora direttore della Biblioteca civica scrisse Scompare dalla scena del mondo uno dei più grandi cittadini di Spoleto”.

    Il progetto, coordinato dalla docente di storia dell’arte Lidia Antonini, è il frutto della collaborazione tra l’Istituto d’Istruzione Superiore “Sansi-Leonardi-Volta”, la locale sezione dell’Archivio di Stato e la Biblioteca comunale e vuole essere uno strumento per migliorare la conoscenza di un personaggio del proprio territorio mettendo alla prova in attività reali, concrete le conoscenze e le competenze, sia trasversali che specifiche, acquisite dagli studenti nel loro percorso di studio.

    La sua conclusione si avrà in autunno, con l’allestimento a Palazzo Toni, sede della scuola, di una mostra dedicata al Sansi.

    Share

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....