Spoleto Calcio, Roselletti: 《Se il campionato non dovesse riprendere, forse, la scelta migliore è considerare la classifica di andata》

  • Letto 736
  • Parla il team manager biancorosso 

    Perno centrale della SSD Spoleto Calcio è Giuliano Roselletti, da oltre 25 anni tifoso della prima squadra cittadina. Da più di 20 anni è in prima linea nei team che si sono succeduti fino a ricoprire oggi il ruolo di team manager.
    Appassionato da sempre di calcio, Roselletti ha vissuto anche gli anni del Perugia Calcio ai tempi del patron Gaucci.

    Com’è stato vivere gli anni del Perugia Calcio con Gaucci della serie A?

    “ A dir poco emozionante. In quegli anni vivevo a Perugia e per il team ero uno dei magazzinieri. Quando Gaucci veniva a Perugia, prima di andare dai giocatori, passava a salutarci. Non ha mai tenuto le distanze con nessun elemento della società”.

    Come sta vivendo l’esperienza della SSD Spoleto Calcio?

    “Quest’estate, la nuova proprietà della SSD Spoleto Calcio fin da subito mi ha dato fiducia e non nego che è molto gratificante. Oggi sono team manager occupandomi delle trasferte, rapporto con i ragazzi, gestione della lavanderia. La presidente, la principessa Norah Al Saud, è molto attenta alle esigenze di tutti noi.
    Delle stagioni passate, ricordo importanti vittorie, come ad esempio quella del campionato in Eccellenza in Umbria 2003-2004 e la promozione in serie D, nel 2005-2006 la vittoria in serie D e promozione in serie C2 con aimhè la retrocessione in Promozione, la vittoria anche della Coppa Italia di Eccellenza umbra. Già allora nel team c’era anche Alberto Del Frate nel ruolo di direttore sportivo.

    Sportivamente, come vive l’interruzione del campionato a causa del Coronavirus-Covid19 ?

    “ Il Covid 19 non ci voleva proprio, soprattutto per la salute di tutti. Dal punto di vista del massimo campionato regionale, nelle scorse tre partite abbiamo ottenuto due pareggi e la vittoria dell’ultimo confronto del 23 Febbraio scorso contro il Gualdo Casacastalda.
    Solo il girone d’andata è stato giocato completamente e, ad oggi, ci sono ancora ben 21 punti da assegnare e la classifica è tutta modulabile. Se il campionato non dovesse riprendere, forse, la scelta migliore è considerare la classifica di andata”.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Maria Grazia PROIETTI 2020-07-01 16:06:49
    Io non ho capito: tre preti fra S. Giacomo e Cortaccione e uno solo per Sacro Cuore e S. Sabino?.....
    Paolo 2020-06-30 22:54:58
    Buonasera, sono un appartenente della parrocchia di San Gabriele dell'Addolorata di Cortaccione, vorrei fare delle esternazioni in merito ai frequenti.....
    Moreno angeli 2020-06-29 11:02:45
    Carlo Alberto, perlomeno è rimasto il ricordo. Il ricordo di noi amici di una volta. Quello dei ragazzi di oggi,.....
    Carlo Alberto Bussoni 2020-06-29 06:56:21
    Speranze di gioventù andate tutte deluse grazie al tradimento dei sindacati, dei partiti sedicenti di sinistra. e del menefreghismo generale......
    Alexandra Almon 2020-06-26 22:57:11
    Carissimo Gianni Burli, la tua situazione sembra la fotocopia di quanto vissuto da noi negli ultimi due anni. Grazie a.....