Sostenibilità ambientale: firmato il protocollo tra Comune e Festival dei Due Mondi

L’assessore Zengoni: “stimolo formidabile per cercare di ampliare le azioni e le scelte legate alla sostenibilità ambientale e al risparmio energetico nel nostro territorio”

Firmato il protocollo d’intesa sulla sostenibilità ambientale tra il Comune di Spoleto e il Festival dei Due Mondi. Prende forma il percorso per ottenere la Certificazione ISO 20121 dedicata agli eventi sostenibili rispetto al quale, già dallo scorso anno, è stato avviato un confronto per definire le modalità e le azioni da mettere in campo.

Il Festival ha adottato per questa edizione una serie di misure finalizzate a intraprendere azioni concrete per la tutela dell´ambiente e la sostenibilità della manifestazione. Oltre ad una maggior responsabilizzazione rispetto all’assunzione generale di comportamenti virtuosi per la riduzione degli sprechi e dei rifiuti prodotti, sono state introdotte alcune novità per un Festival sempre più eco-sostenibile: energia elettrica green 100% per la messa in scena degli spettacoli; vendita di gadget sostenibili, quali le borracce e le mug in alluminio, e di gadget prodotti con materiali riciclati; utilizzo di mascherine lavabili; collocazione, presso Palazzo Mauri, punto info e vendita del merchandising della manifestazione, di un erogatore Mabi di Acqua Si, che spilla acqua microfiltrata naturale e frizzante, riducendo così il ricorso alla plastica e favorendo il riuso di bottiglie e contenitori. Inoltre le scuole partecipanti al progetto scolastico “Il Festival Siamo Noi” saranno premiate con i giochi della linea play bio di Quercetti.  

Stiamo tutti lavorando affinché la città di Spoleto possa essere sempre più un riferimento credibile sui temi legati all’ambiente – sono state le parole dell’assessore all’ambiente Maria Rita Zengoni – Al netto del percorso che stiamo portando avanti come Comune di Spoleto, la collaborazione con il Festival dei Due Mondi è uno stimolo formidabile per cercare di ampliare le azioni e le scelte legate alla sostenibilità ambientale e al risparmio energetico nel nostro territorio”.

Grazie all’adozione del Regolamento EMAS da parte del Comune e alle iniziative messe in campo per sensibilizzare la cittadinanza ai temi della sostenibilità, la città di Spoleto rappresenta un modello virtuoso tra tutte le pubbliche amministrazioni – ha dichiarato il Direttore generale dell’Ispra Alessandro Bratti – Il connubio tra arte e ambiente realizzato all’interno del Festival ha messo in evidenza quanto la salvaguardia del pianeta e la salute dei cittadini siano tematiche imprescindibili e di assoluta priorità che richiedono l’impegno di tutti noi. La collaborazione tra Ispra e il Comune proseguirà nei prossimi mesi nell’evento di novembre “Weather Spoleto 2020” e con il Premio EMAS Ecolabel UE“.

 

Share

Related Post

Related Blogpost

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commentiultimi pubblicati

carlo Bussoni 2020-11-23 07:16:54
In effetti si tratta di via esterna delle mura. Anche io faccio sempre confusione...interna...esterna.....
Max 2020-11-22 18:39:24
Via Interna delle Mura si trova in un'altra parte di Spoleto, è la parallela del tratto in piano di viale.....
Carlo Neri 2020-11-05 18:14:10
Per 150 euro al mese, ci vada il sindaco a pulire i cessi!
Aurelio Fabiani 2020-10-29 09:13:13
SENZA VERGOGNA. La Destra si "intorcina" tra facce impresentabili e ipocrisie sconfinate. I due signori rappresentanti dell'estrema Destra umbra che.....
Paolo 2020-10-25 10:49:21
Non dimentichiamoci che oltre la casa di reclusione ci sono 2 stabilimenti a rischio e cioè lo Stabilimento Militare dove.....