Serie B, Perugia-Benevento 1-2

  • Letto 495
  • Dal Grifo segnali di vita, dalle streghe nessuno sconto

    (DMN) Perugia  – E cinque. É questa la terribile sentenza emessa da Perugia-Benevento, gara valida per il ventisettesimo turno del campionato di Serie B. Il Perugia ha rimediato la quinta sconfitta consecutiva ma questa volta si tratta di una debacle che ha messo alla luce anche aspetti positivi. La squadra di Cosmi ha dimostrato di essere viva. Il Perugia, decisamente più organizzato in campo, ha offerto ai propri tifosi una discreta prestazione al cospetto di una corazzata, il Benevento di Inzaghi, che prima della gara viaggiava con trenta (30!) punti di vantaggio rispetto ai biancorossi e che sta dominando in lungo e in largo il campionato cadetto. Cosmi, saggiamente, ha deciso di tornare al 3-5-2, un sistema di gioco più idoneo alle caratteristiche degli uomini a sua disposizione, con Vicario in porta, Sgarbi, Rajkovic e Falasco in difesa, Mazzocchi, Falzerano, Konate, Greco e Di Chiara a centrocampo con Iemmello e Falcinelli di punta. Quasi tutti i titolari hanno meritato la sufficienza così come Nicolussi Caviglia e Melchiorri che, subentrati dalla panchina, hanno confezionato, dopo un lungo digiuno offensivo, la rete del Perugia. Il Benevento, squadra incredibilmente compatta e organizzata, con ‘un filo di gas’ ha portato a casa il massimo mentre il Perugia, con una buona prestazione ma con i soliti problemi, é tornata a casa con un pugno di mosche. A questo punto la prossima gara interna contro la Salernitana diventa essenziale per la vita del Perugia in questa stagione.

    PERUGIA: Vicario, Sgarbi, Mazzocchi, Falcinelli, Iemmello (20′ st Melchiorri), Konate (25′ st Nicolussi Caviglia), Greco, Falzerano, Falasco (39′ st Buonaiuto), Di Chiara, Rajkovic. A disp.: Fulignati, Albertoni, Rosi, Nzita, Carraro, Dragomir, Benzar, Kouan, Capone. All. Cosmi

    BENEVENTO: Montipò, Letizia, Caldirola, Kragl (16′ st Insigne), Coda (27′ st Moncini), Viola, Improta, Hetemaj (30′ st Tuia), Schiattarella, Barba. A disp.: Manfredini, Gori, Rilla, Del Pinto, Maggio, Pastina, Basit, Di Serio, Sau. All. Inzaghi

    ARBITRO: Davide Ghersini della sezione di Genova (Rossi – Cangiano)

    RETI: 42′ pt Caldirola, 33′ st Insigne, 46′ st Melchiorri

    NOTE: 1.289 paganti per un totale di 6.699 spettatori. Ammonito Greco

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2024-02-07 08:55:12
    Il PD il nulla, sicuramente troppo, troppo poco,tardi e male e con strani mal di pancia. La Destra il tutto,.....
    Aurelio Fabiani 2024-02-02 20:14:13
    LA TESEI DI NASCOSTO VIENE ALL' OSPEDALE PER NON FARSI MALE. All' oscuro di tutti una volta arrivavano i ladri......
    Aurelio Fabiani 2024-02-01 12:32:14
    BASTA CON QUESTO RIMPALLO DI RESPONSABILITÀ. LA LOTTA DEVE ESSERE PER GARANTIRE A OGNI TERRITORIO E A OGNI OSPEDALE DELLA.....
    AURELIO fABIANI 2024-01-19 18:15:42
    ABBIATE LA DECENZA DI FARE SILENZIO! Voi Governo del: " MI FACCIO GARANTE CHE TUTTO TORNERA' COME PRIMA, TUTTI I.....
    Aurelio Fabiani 2024-01-10 16:26:17
    Meglio tardi che mai. IERI I COMITATI SI SONO CONFRONTATI COL SINDACO. ADESSO VEDIAMO CHI VIENE A PERUGIA A CANTARLE.....