Coppa Italia, si interrompe l’incantesimo di Perugia, Civitanova é campione

  • Letto 159
  • Partita interminabile e bellissima con i Block Devils che lottano come leoni contro un avversario di qualità altissima. Perugia annulla dieci match point nel quarto set non mollando mai, ma al tie break è decisivo l’Mvp Juantorena 

    Non riesce il tris in Coppa Italia alla Sir Safety Conad Perugia che, dopo due ore abbondanti di gioco stellare (un vero e proprio spot per la pallavolo), cade al tie break contro la Cucine Lube Civitanova che si porta a casa il trofeo.

    Gara palpitante con Perugia prima avanti di un set, poi costretta a rincorrere con Civitanova si porta sul 2-1. Nel quarto set il carattere dei bianconeri esce nei lunghissmi vantaggi con De Cecco e compagni che annullano dieci match point agli avversari e portano la finale al tie break con il punteggio di 34-36. Nel quinto però la Lube si conferma squadra di rango e, trascinata dall’Mvp della manifestazione Juantorena, chiude 15-10.

    A conti fatti decidono pochi dettagli. Perugia manca forse un po’ al servizio ed in qualche contrattacco favorevole, ma i ragazzi di Heynen sono sempre stati nel match, spinti dai mille della curva bianconera, con determinazione e con la testa giusta. Non è bastato, questo è lo sport, è giusto accettare il verdetto del campo e farne tesoro in vista del proseguo di stagione che per Perugia vuol dire Superlega e Champions.

    I freddi numeri del match, in alcuni fondamentali molto simili, indicano nell’attacco quello decisivo. 58% per Civitanova contro il 49% di Perugia e soprattutto 58% contro 41% in contrattacco. Lì probabilmente è stata presa la strada della Coppa Italia.

    In casa bianconera 30 punti per Leon con 4 ace, 18 per Atanasijevic con 4 muri. Heynen ha provato più volte a variare assetto e uomini durante la partita inserendo Plotnytskyi e Russo per Lanza e Podrascanin. Alla fine non è bastato e, se è chiaro che adesso prevale l’amarezza per un obiettivo sfumato per poco, resta comunque l’applauso del pubblico di fede perugina ad una squadra che ha dato davvero tutto.

    IL MATCH

    C’è Ricci in campo in coppia con Podrascanin al fischio d’inizio. Subito due per Leon (0-2) e poi due per Juantorena (2-2). Ace di Simon (3-2). Ace anche per De Cecco (3-4). Nuovo capovolgimento con il muro di Simon ed il contrattacco di Juantorena (10-8). Atanasijevic pareggia subito (10-10). Muro di Podrascanin (11-12). Doppio ace di Leon (12-15). Torna a contatto Civitanova (16-17). Perugia torna a +3 dopo l’errore da Kovar (19-22). Smash di Leon (19-23). Muro di Atanasijevic, set point Perugia (20-24). Super attacco di Lanza che manda le squadre al cambio di campo (21-25).

    Parte forte Civitanova in avvio di seconda frazione (2-0). Out Leal e parità (4-4). Invasione Lube e sorpasso Sir (4-5). Grande equilibrio con Podrascanin a segno in primo tempo (9-10). Civitanova capovolge con il muro di Leal e l’attacco out di Atanasijevic (13-11). Ancora un break per la Lube con Juantorena (15-12). Leal mantiene le distanze (18-15). Out Rychlicki, Perugia a -1 (19-18). Il muro di Ricci pareggia (21-21). Contrattacco di Leon (21-22). Juantorena riporta avanti i suoi (23-22). Atanasijevic pareggia (23-23). Attacco di Juantorena, set point Civitanova (24-23). Muro di Anzani e parità (25-23).

    Vantaggio Perugia nella fase iniziale del terzo parziale con Leon (1-2). Atanasijevic (4-5). Contrattacco di Leon (7-9). Ace di Leon (8-11). Il muro di Simon accorcia subito (10-11), il maniout di Lanza ristabilisce (10-13). Leal non ci sta (12-13). Muro di Simon e parità (13-13). Ancora Simon a muro, Civitanova avanti (14-13). Juantorena ed errore di Ricci per il +3 Lube (18-15). Ace di Ricci (18-17). La lube torna a +3 (22-19). Ace di Diamantini (23-19). Entra Plotnytskyi ed accorcia (23-21). Muro di Atanasijevic (23-22). Fuori il servizio di Russo, set point Civitanova (24-22). Ricci in primo tempo (24-23). Chiude Juantorena (25-23).

    Russo e Ricci al centro con Plotnytskyi in banda per Heynen. Proprio Russo per il 2-3. Juantorena capovolge (4-3). Maniout di Atanasijevic (5-6). Ricci in primo tempo, poi muro di Russo (8-10). Juantorena pareggia (10-10). Ace di Leon, poi muro di Atanasijevic (11-14). Ace di Leal, poi Simon ed è parità (15-15). Ancora Simon a muro e vantaggio Civitanova (16-15). Leon con il contrattacco del sorpasso (19-20). Ace di De Cecco (19-21). Diagonale di Atanasijevic (20-22). Due di Leal e parità (22-22). Ancora Leal (23-22). Match point Lube (24-22). Russo e Plotnytskyi portano il set ai vantaggi (24-24). Atanasijevic sotto rete (25-24). Leal da posto quattro (25-25). Fuori per un soffio Juantorena (25-26). Out anche Atanasijevic dai nove metri (26-26). Maniout di Juantorena, ancora match point Civitanova (27-26). In rete la battuta di Simon (27-27). Quattro tocchi Lube (27-28). Juantorena pareggia (28-28). Rychlicki e ancora match point Civotanova (29-28). Atanasijevic insacca il pallone (29-29). Muro di Diamantini (30-29). A terra Leon (30-30). Primo tempo di Diamantini (31-30). Leon al terzo tentativo (31-31). Fuori Leon con la battuta (32-31). In rete anche Rychlicki (32-32). Leal (33-32). Maniout di Atanasijevic (33-33). Ancora Juantorena (34-33). In rete Simon (34-34). Leon in contrattacco (34-35). Il muro di Perugia, si va al tie break (34-36).

    Subito ace di Simon (1-0). Fuori Leon, break Civitanova (3-1). Leal mantiene le distanze e poi allunga con il muro (6-3). Ancora muro con Simon (7-3). Si gira 8-4. Out il servizio di Plotnytskyi (10-6). Diamantini (12-8). In rete il servizio di Leon (13-9). Rychlicki ed è match point Civitanova (14-9). Leal fa alzare la coppa alla Lube (15-10).

    I COMMENTI

    Luciano De Cecco (Sir Safety Conad Perugia): “Abbiamo giocato fino alla fine, non mollando mai. Non è bastato e merito all’avversario. Ovviamente abbiamo commesso qualche imprecisione, qualche ricostruzione dove potevamo fare meglio, ma siamo sempre stati lì attaccati alla partita, i dettagli hanno deciso. Adesso dobbiamo ricaricare le batterie e mettere la testa sul campionato e sulla Champions”.

    Marko Podrascanin (Sir Safety Conad Perugia): “È bello vincere ed è brutto perdere, ma abbiamo dato tutto. Un grande merito va a loro che dopo il primo set hanno alzato il livello del gioco, forse a noi è mancata un po’ la battuta. È stata una grande finale, credo che il pubblico si sia divertito, poi è chiaro che siamo molto dispiaciuti per non essere riusciti a vincere”.

    IL TABELLINO

    CUCINE LUBE CIVITANOVA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 3-2

    Parziali: 21-25, 25-23, 25-23, 34-36, 15-10

    CUCINE LUBE CIVITANOVA: Bruno 2, Rychlicki 13, Simon 15, Anzani 5, Juantorena 28, Leal 23, Balaso (libero), Kovar, D’Hulst, Massari, Diamantini 7, Bieniek 1. N.e.: Ghafour, Marchisio (libero). All. De Giorgio, vice all. Giolito.

    SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 3, Atanasijevic 18, Ricci 4, Podrascanin 9, Leon 30, Lanza 8, Colaci (libero), Zhukouski, Plotnytskyi 7, Taht, Russo 5, Piccinelli. N.e.: Hoogendoorn, Biglino (libero). All. Heynen, vice all Fontana.

    Arbitri: Giorgio Gnani – Stefano Cesare

    LE CIFRE – CIVITANOVA: 26 b.s., 6 ace, 52% ric. pos., 25% ric. prf., 58% att., 14 muri. PERUGIA: 20 b.s., 7 ace, 51% ric. pos., 27% ric. prf., 49% att., 11 muri.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Bianchi 2020-04-06 11:21:58
    Le banche TUTTE hanno un solo scopo: IL PROFITTO. E se ne fregano di tutto il resto. Quando la gente.....
    Carlo Alberto Bussoni 2020-04-02 17:42:47
    Per risparmiare energia elettrica non serve chiudere i percorsi meccanizzati, basterebbe che funzionassero le cellule fotoelettriche (e il risparmio ci.....
    Dino 2020-03-18 07:44:51
    Sono della Valnerina e precisamente di Sant'anatolia di Narco Perugia penso che ancora qui non ci sia nessun contagiato però.....
    Giampiero 2020-03-17 17:25:27
    Sarebbe opportuno disinfettare le zone delle farmacie e dei supermercati,in quanto c'è sempre un grande afflusso di persone a tutte.....
    Gino 2020-03-17 10:38:29
    Non é assolutamente vero, i prezzi sono rimasti tutti inalterati. L'unico disagio sono le lunghe file in coda fuori dalle.....