Sabato in Cattedrale si pregherà per la pace e per le vittime degli attacchi terroristici di Parigi

  • Letto 1302
  • Come in tutto il mondo, anche a Spoleto in questi giorni si prega per la pace e per le vittime degli attacchi terroristici di Parigi. In Cattedrale sabato mattina (21 novembre) alle ore 9:00 il vicario generale dell’archidiocesi di Spoleto-Norcia Mons. Luigi Piccioli presiederà la mensile Messa con i membri della confraternita della Santissima Icone.

    Mons. Luigi Piccioli

    Mons. Luigi Piccioli

    «Nel corso della celebrazione – afferma mons. Piccioli – pregheremo per le vittime dell’attentato terroristico di Parigi e chiederemo alla Vergine Maria, venerata nella nostra Cattedrale col titolo di Santissima Icone, di volgere il suo sguardo materno sul mondo, facendo sbocciare nel cuore degli uomini sentimenti di pace, dialogo, convivenza civile, riconciliazione e integrazione. Chiediamo a quanti possono – conclude il primo collaboratore dell’arcivescovo Renato Boccardo – di unirsi a noi nella preghiera per affidare a Dio le vittime di questa tragedia».

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....