Prevenzione delle truffe e dei furti ai danni degli anziani, i Carabinieri di Spoleto incontrano i cittadini

  • Letto 471
  • Circa 400 persone presenti nelle 5 conferenze effettuate tra febbraio e marzo 

    Organizzati incontri da parte dell’Arma dei Carabinieri della Compagnia di Spoleto a favore della comunità cittadina del territorio. I cicli di conferenze effettuate a febbraio e marzo e finalizzate alla prevenzione delle truffe e dei furti ai danni degli anziani sono orientati principalmente a fornire strumenti di salvaguardia e tutela per evitare di essere vittima dei reati che maggiormente li coinvolgono.
    Negli ultimi 20 giorni il personale del Comando Stazione di Spoleto ha effettuato 5 incontri nel centro cittadino e nelle frazioni limitrofe con circa 400 anziani che hanno partecipato attivamente ponendo domande e curiosità.
    Si è posto l’accento sulle truffe maggiormente effettuate utilizzando la tecnica dell’incidente patito dal parente facendosi passare per finti avvocati o appartenenti alle forze di polizia con il fine principale di creare empatia e fiducia per farsi consegnare denaro e gioielli.
    L’attività di sensibilizzazione su specifici temi mediante incontri con le possibili vittime si affianca al progetto attuato da circa tre mesi dalle Stazioni della Compagnia spoletina relativo al contatto “porta-porta” con il cittadino nelle frazioni attuato da Carabinieri in uniforme con l’autovettura con i colori d’istituto.
    Il fine dell’Arma dei Carabinieri è proprio quello di giungere ai possibili obiettivi maggiormente esposti per fascia d’età e collocazione dell’abitazione de-localizzata rispetto al centro abitato.

    Gli incontri, particolarmente apprezzati, proseguiranno negli altri comuni della giurisdizione della Compagnia di Spoleto continuando così il progetto della prevenzione dell’Arma mediante contatto diretto con i cittadini e la distribuzione di volantini con consigli utili da seguire in questi casi ovvero:
    – non aprire la porta a sconosciuti;
    – non fornire dettagli su strumenti social o altri strumenti tecnologici sulla presenza o meno in casa, ovvero in vacanza lontano da casa;
    – non assecondare richieste di denaro riconducibili a possibili incidenti che possano aver coinvolto parenti e non consegnare oggetti di valore;
    – richiedere immediato intervento dell’Arma dei Carabinieri e supporto sul posto di figli e parenti;
    – non consentire a soggetti sconosciuti di introdursi nell’abitazione né tanto meno metterli in condizione di conoscere ove sono custodite somme di denaro e gioielli.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....