Ponte delle Torri: l’ operazione di rilievo sismico verrà effettuata con i droni

  • Letto 1627
  • Il ponte delle Torri, uno dei monumentali simbolo di Spoleto, attualmente chiuso in via temporanea per verifiche sismiche a seguito del terremoto che ha colpito il centro Italia, sarà oggetto domani, venerdì 14 ottobre, di una operazione di rilievo fotogrammetrico e laser-scanner con ausilio di drone.

    Il Ponte era stato chiuso lo scorso 25 agosto con unordinanza del Sindaco Cardarelli in considerazione della situazione pregressa del monumento e per realizzare le opportune verifiche in seguito allevento sismico in atto.

    Gli interventi in programma domani, salvo avverse condizioni meteo, sono necessari per la salvaguardia e la conservazione del monumento e consisteranno nel rilievo fotogrammetrico e laser-scanner, con ausilio di Drone, degli elementi più esposti al rischio di degrado e danneggiamento sismico, come l’arco rampante o la parte intradossale degli archi principali. Le operazioni, che saranno effettuate dalla M&G Engineering in collaborazione con la società Essentialarck, consentiranno di acquisire dati analitici da confrontare con le precedenti scansioni, in modo tale da verificare una eventuale variazione del quadro fessurativo.

    Anche lENEA, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, sta lavorando ad un progetto di monitoraggio del Ponte delle Torri per effettuare, attraverso speciali sensori, la misurazione delle vibrazioni.

    Il Ponte delle Torri è stato oggetto, negli anni 2006-2008, della parziale messa in sicurezza di unarcata e di vari analisi per valutarne la vulnerabilità sismica. Nel 2016 sono state inoltrate al Ministero delle Infrastrutture e al Ministero dei Beni Culturali richieste di messa in sicurezza dellarco rampante. Per il celebre monumento è stata formulata anche la richiesta di finanziamento per l8/1000 per il suo integrale recupero.

    Il Ponte delle Torri, tra le più grandi costruzioni in muratura delletà antica (XIII e il XIV secolo), alto 80 metri e lungo circa 230, è realizzato in calcare locale e sorretto da nove piloni collegati tra loro da arcate ogivali. Nel corso dei secoli, il monumento ha sempre affascinato viaggiatori e importanti personaggi storici .BANNER-DUE-MONDI

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-11 09:58:47
    Avete già firmato il 22 ottobre 2020, con la chiusura dell' Ospedale San Matteo. Ci basta quella per conoscere gli.....
    Trevi, al via domani in Umbria una due giorni di convegno sul tema "La cooperazione internazionale come strumento di sviluppo". Notizie da entrambi i mondi - GORRS 2024-02-29 23:47:10
    […] Source link […]