Lo Spoleto City Forum a colloquio con il sindaco De Augustinis

  • Letto 1979
  • BANNER-DUE-MONDI-NEWS-SPOLETO

    Le associazioni aderenti al City Forum: «vada avanti con questi intenti e con questa determinazione Sindaco e saremo con lei»

    Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

    Proficuo incontro quello fra il Sindaco di Spoleto, dr. De Augustinis, ed i rappresentanti delle Associazioni aderenti allo Spoleto City Forum.
    L’incontro, promosso dallo stesso City Forum, si è tenuto presso la sede dell’Avis.
    Presenza qualificata per un confronto che da subito si è mostrato franco, pacato e costruttivo.
    Il Portavoce del City Forum, Sergio Grifoni, oltre a ringraziare il primo cittadino per aver accettato con immediatezza l’invito rivoltogli, ha riassunto le tematiche di discussione che le Associazioni aderenti hanno affrontato in questi ultimi anni.
    Dal dramma della crisi economica-occupazionale, con in evidenza le vertenze in atto in queste settimane; per passare poi a quello delle infrastrutture, con la esigenza impellente di un celere collegamento verso sud, e quindi verso Roma.
    Tre Valli o Flaminia?
    Quella che si può realizzare per primo, hanno chiesto le Associazioni.
    Sul problema ospedaliero, il City Forum ha ricordato al Sindaco di aver presentato recentemente una proposta di razionalizzazione fra i due ospedali di Spoleto e Foligno, rimasta purtroppo ancora carta morta.
    Senza tale azione, continuerá la penalizzante ed ormai annosa politica del carciofo, protesa a spogliare il nostro Nosocomio di servizi e professionalitá particolari, dirottati poi verso la cittá della Quintana.
    Il dott. de Augustinis ha condiviso in toto, sia le preoccupazioni, che le proposte risolutive avanzate dalle Associazioni.

    [wp_bannerize group=”Articoli-600×150″ random=”2″ limit=”1″]

    Sul problema sanitá, ha riferito di aver giá programmato un incontro mirato, sia con il direttore generale dr. Fiaschini , che con l’Assessore competente dr. Barberini, ai quali fará presente proprio le istanze avanzate dal City Forum, preziose per arrivare alla pari dignitá fra la comunitá spoletina e quella degli altri territori.
    Salvaguardia del servizio di emergenza urgenza, con le presenze h. 24 dei medici nei vari reparti; mantenimento della chirurgia generale con il valore aggiunto della robotica; valorizzazione del servizio di oncologia, con la realizzazione di una struttura complessa; tipicizzazione della geriatria, anche extra ospedaliera, nel comparto di medicina generale; mantenimento del punto nascite; snellimento delle liste di attesa, attraverso la convenzione mirata con strutture private del territorio.
    Una attenzione immediata e particolare verso alcuni servizi che rischiano da subito di essere ridimenzionati: il reparto oculistico, l’angiologia ed il reparto analisi.
    Il Sindaco, oltre a condividere le preoccupazioni avanzate dalle Associazioni, ha fatto una panoramica ampia e dettagliata, sui problemi della cittá e sulle azioni da intraprendere per la loro soluzione, a dimostrazione di conoscere a fondo le argomentazioni sollevate.
    Ha parlato della necessitá di far transitare le azioni di sviluppo della cittá, nei canali di risorsa economica prevista dalle normative legate al recente terremoto.
    Occorre ricostruire una idea di sviluppo e far ritornare Spoleto al centro della valenza culturale della Regione.
    Occorre riprendersi dalla Regione i 17 milioni di euro a suo tempo previsti per la ristrutturazione del prestigioso complesso della Stella, una cittá nella cittá, che potrebbe significare occupazione di migliaia di unitá.
    Occorre pretendere i finanziamenti regionali per non far morire l’esclusiva esperienza del Centro per il Restauro del Libro antico.
    Occorre facilitare il collegamento con Terni, senza abbandonare il progetto Tre Valli, ma perseguendo anche quello di un eventuale adeguamento della Flaminia.
    Occorre riaprire subito il Ponte delle Torri e risolvere con immediatezza il contenzioso che rende impraticabile il ponte sul Tessino.
    Occorre valorizzare il nome e l’immagine della cittá attraverso l’istituzione del “Marchio Spoleto”,: caratterizzante, esclusivo, performante.
    Occorre pretendere i giusti diritti e non accontentarsi delle beneficienze.
    “Vada avanti con questi intenti e con questa determinazione Sindaco”. – hanno ribadito le Associazioni – “ed il City Forum sará con lei!”.
    Fra l’abitudine di assistere spesso a polemiche, discussioni, litigi, pettegolezzi, questa riunione è stata certamente una bella pagina della cittá.

    Spoleto City Forum

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani Casa Rossa 2022-01-22 00:26:30
    Sono stato ad ascoltare alcuni interventi dell’assemblea indetta dai Confederali sul piano Sanitario Regionale. Per capire e per conoscere. Non.....
    casa rossa spoleto 2022-01-09 15:53:57
    La Lega deve tacere,punto. Ha fatto così tanti danni a partire dal massacro del nostro ospedale, dimezzato e di nuovo.....
    Casa Rossa 2021-12-31 10:04:36
    I governi degli affari non possono imparare. Sono lì per gli interessi particolari che rappresentano. Dopo le stragi di anziani.....
    Casa Rossa 2021-12-29 19:47:05
    Sempre più ecumenici i 5 stelle. Adesso ringraziano il candidato di Fratelli d'Italia e Lega. Come siete bravi! Avrebbe detto.....
    Casa Rossa 2021-12-29 19:41:09
    Strane dichiarazioni di Cintioli. Prima si arrabbia con i 5 stelle, perché lisciano il pelo al candidato di Fratelli d'Italia.....