L’IIS Sansi Leonardi Volta vince la selezione del concorso “L’Europa inizia a Lampedusa” del MIUR

  • Letto 1253
  • L’IIS Sansi Leonardi Volta – unico istituto in Umbria – vince la selezione del concorso “L’Europa inizia a Lampedusa” del MIUR e partecipa alle attività a distanza per la “Giornata della Memoria e dell’Accoglienza” 

    Nell’anniversario della strage di 368 vittime nel Mar Mediterraneo, sull’Isola di Lampedusa si sono raccolti studenti ed insegnanti per rappresentare la comunità scolastica vincitrice del concorso MIUR “L’Europa inizia a Lampedusa” in collaborazione con il Comitato 3 Ottobre. L’Istituto di Istruzione Superiore Sansi Leonardi Volta di Spoleto, unico vincitore in Umbria, ha partecipato a distanza con le classi 5A e 3E del Liceo Scientifico. Laboratori interattivi, conferenze, lezioni a distanza con uso di software per incrementare la partecipazione degli studenti, hanno avuto luogo nelle giornate dell’1 e 2 ottobre. A causa delle restrizioni COVID le classi, sebbene selezionate, non hanno potuto partecipare in presenza, ma agli alunni e ai docenti sarà assicurata la partecipazione il prossimo anno scolastico. Nelle giornate si sono alternate lezioni cattedratiche (“Diritti oltre frontiera. Prospettive di diritto costituzionale” del prof. Emanuele Rossi della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa; “Le vittime della tratta nel contesto migratorio” della dott.ssa Carlotta Santarossa – OIM Organizzazione Internazionale per le Migrazioni) e testimonianze dirette di superstiti e studenti. 

     Il lavoro multimediale allestito dagli alunni del Liceo di Spoleto, in collaborazione con gli alunni partner spagnoli dell’ I.E.S. BENJAMÍN JARNÉS di Fuentes de Ebro,  è andato componendosi partendo dall’attualizzazione della mai abbastanza famosa frase del poeta latino Terenzio “Homo sum, humani nihil a me alienum puto”(Sono un essere umano, niente di ciò che è umano ritengo estraneo a me), e del contributo della scuola spagnola, teso ad individuare tramite interviste sul territorio quanto, come e perché in Spagna sia conosciuto il nome di Lampedusa.

    “ Non basta ricordare: questa celebrazione deve diventare occasione di impegno ad abbattere le barriere e i muri che ci separano, e responsabilità ad aprirci alle differenze nell’accogliere chi ci viene incontro” viene ribadito anche nella pagina ufficiale del MIUR.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Aurelio Fabiani 2024-02-07 08:55:12
    Il PD il nulla, sicuramente troppo, troppo poco,tardi e male e con strani mal di pancia. La Destra il tutto,.....
    Aurelio Fabiani 2024-02-02 20:14:13
    LA TESEI DI NASCOSTO VIENE ALL' OSPEDALE PER NON FARSI MALE. All' oscuro di tutti una volta arrivavano i ladri......
    Aurelio Fabiani 2024-02-01 12:32:14
    BASTA CON QUESTO RIMPALLO DI RESPONSABILITÀ. LA LOTTA DEVE ESSERE PER GARANTIRE A OGNI TERRITORIO E A OGNI OSPEDALE DELLA.....
    AURELIO fABIANI 2024-01-19 18:15:42
    ABBIATE LA DECENZA DI FARE SILENZIO! Voi Governo del: " MI FACCIO GARANTE CHE TUTTO TORNERA' COME PRIMA, TUTTI I.....
    Aurelio Fabiani 2024-01-10 16:26:17
    Meglio tardi che mai. IERI I COMITATI SI SONO CONFRONTATI COL SINDACO. ADESSO VEDIAMO CHI VIENE A PERUGIA A CANTARLE.....