La SpoletoNorcia… in MTB 2017: non solo numeri, in conferenza stampa si è parlato soprattutto del futuro del tracciato

  • Letto 1928
  • BANNER-DUE-MONDI-NEWS-SPOLETOSpoleto – Si è tenuta nella tarda mattinata di sabato la tradizionale conferenza stampa, tramite la quale il comitato organizzatore ha voluto tracciare un bilancio sulla quarta edizione de La SpoletoNorcia in MTB. Oltre ai numeri, sfornati con la solita dovizia di particolari, dal presidente Luca Ministrini, c’è stato modo anche di assistere ad un interessante quanto costruttivo confronto, a livello istituzionale, sul futuro prossimo, della Vecchia Ferrovia.
    Si diceva dei numeri, che Ministrini ha più volte accompagnato a ringraziamenti e sollecitazioni.
    Il bilancio non può che essere positivo, visto che abbiamo raggiunto l’obiettivo di riempire di colori la città ed il percorso, con i nostri 1909 iscritti, che, voglio sottolineare, non sono il massimo del potenziale che possiamo esprimere. Certo, consapevoli che avevamo progettato il tutto per un massimo di 1800 partecipanti, ci è dispiaciuto decidere il sold out quando ancora mancavano una decina di giorni all’evento e viaggiavamo a 70-80 iscritti al giorno; ma non abbiamo voluto strafare.
    Abbiamo confermato quanto sia stata importante l’attenzione nell’accoglienza ed i numerosi eventi collaterali all’evento centrale; al riguardo non possiamo nascondere il piacere di aver raggiunto l’obiettivo di riempire tutte le strutture ricettive di Spoleto, dall’Ostello fino al Quattro Stelle.
    In questo momento si è inserita Laura Pinti di Umbria&Bike, che si è occupata proprio della ricettività.
    Il tutto esaurito è stato raggiunto già il 20 agosto non solo in città, ma anche nelle zone circostanti. Questo ci deve essere di motivazione anche per il futuro, cercando di andare incontro ad alle specifiche esigenze su cui il biker è disposto ad investire a discapito, magari, dell’economicità.
    Chiaro il riferimento ad una certa flessibilità di orario (soprattutto colazione e check out) che le strutture dovrebbero avere per ciclisti e famiglie vincolati dalla tabella di marcia della manifestazione.Merli_group_
    Poi ha ripreso la parola Ministrini.
    Fateci essere orgogliosi per i feedback positivi che ci sono giunti dai partecipanti, già a partire da pochi minuti dopo l’arrivo; alcuni anche esagerati che ci hanno paragonato a manifestazioni storiche della Mountain Bike. Attestazioni di stima che, comunque, ci teniamo strette; per ringraziare le istituzioni che ci hanno dato una mano, dalla Regione a Umbria Mobilità, fino a tutti i comuni, nessuno escluso che hanno messo in campo tutto quello che potevano. Ma il massimo lo hanno fatto i 150 volontari, in particolar modo l’MTB Club Spoleto che non ha risparmiato una sola goccia di energia, per rendere tutto perfetto, con il supporto di tante altre associazioni.
    Un grande investimento è stato fatto su sicurezza e comunicazione.
    Otto ambulanze, cinque medici, quattro squadre di Soccorso Alpino, anche se alla fine ce la siamo cavata con soli tre feriti. E poi dieci fotografi e cinque video-operatori che hanno permesso a tutti di poter avere le immagini per dire io cero a La SpoletoNorcia 2017!; senza dimenticare le 160 mila visualizzazioni incassate dalla diretta Facebbok, numeri da capogiro.
    E per il futuro
    Lappuntamento è già fissato per il 2 settembre 2018 per la quinta edizione, con l’obiettivo che sia la prima internazionale. Ma vogliamo dire una cosa: Umbria Mobilità ha fatto moltissimo, garantendo, quanto meno, l’apertura del primo tratto della Vecchia Ferrovia; cosa che è servita a dare un senso al nome della manifestazione. Per l’anno prossimo, però, ci aspettiamo continuità nel rilancio della infrastruttura, partendo dal ponte di S.Anatolia ed al ripristino del tratto Caprareccia-S.Anatolia.
    Al riguardo è intervenuto il sindaco di S.Anatolia, Tullio Fibraroli.
    Ai tempi dell’apertura della galleria di Forca di Cerro, quando si rese necessario l’abbattimento del vecchio ponte, ANAS firmò una scrittura d’impegno per la sua ricostruzione al momento della riapertura del tracciato della Vecchia Ferrovia. È indispensabile prendere in mano progetti che già ci sono e sedersi ad un tavolo con la stessa ANAS.
    Il sindaco di Spoleto Fabrizio Cardarelli, accompagnato dagli assessori Campagnani, Laureti e Cappelletti e dal consigliere con delega allo sport, Settimi, pur esprimendo grande soddisfazione per il successo raggiunto ha voluto anche fare delle puntualizzazioni, approfittando della presenza di Giuseppe Chianella, Assessore Regionale ai Trasporti.
    È troppo tempo che diciamo le stesse cose, con i soldi che sembrano esserci e poi non ci sono. Noi non vogliamo rassegnarci; anzi rilanciamo affinché il recupero integrale del tracciato della Vecchia Ferrovia possa trasformare in energie positive quanto di brutto ci ha lasciato il terremoto. Sia chiaro che noi non vogliamo speculare sul sisma, ma auspichiamo che vengano sfruttate la meglio la risorse straordinarie di questi periodi. Ed allora l’obiettivo è fare sistema, senza divisioni di partiti e correnti, per bussare alle porte del Governo, tramite la Regione dell’Umbria.
    Dopo essere stato coinvolto in un vivace confronto con il presidente del Con Spoleto, Tommaso Barbanera, l’Assessore Chianella, ha di fatto concluso i lavori, dimostrandosi un vero fan della manifestazione, vista la sua partecipazione non solo alla presentazione dello scorso maggio presso le Cantine Antonelli ed alla conferenza stampa di chiusura, ma avendo anche garantito la sua partecipazione alla pedalata family dello scorso 3 settembre.
    Faccio i miei complimenti al comitato organizzatore per la riuscita di questa edizione. Noi abbiamo già investito moltissimo su questo tracciato e continueremo a farlo, nonostante la lunghezza e la farraginosità di alcune procedure. Quello che è sciuro è che non tralasceremo nessuna opportunità, chiedendo subito di parlare con lANAS per quanto esposto sopra.
    Su sollecitazione di alcuni giornalisti presenti in sala, con la collaborazione di Paolo Capocci, responsabile di Umbria Mobilità per la Vecchia Ferrovia, Chianella ha puntualizzato che la cifra di 1.250.000 euro di cui si è parlato nelle scorse settimane, è stata deliberata, ma non è chiara ancora la fonte da cui verrà attinta.

    Share

    Related Post

    Related Blogpost

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Commentiultimi pubblicati

    Carlo Neri 2024-04-23 07:23:14
    Liberazione da cosa? da chi? dallo "straniero" per cui è stato combattuto il Risorgimento e la prima guerra mondiale? In.....
    Alex 2024-04-20 21:19:21
    Dovreste invece ringraziare chi nell'aministrazione comunale si è attivato per rendere concreto questo strumento di partecipazione del quale se n'è.....
    Aurelio Fabiani 2024-04-05 21:43:38
    Delle vostre sceneggiate non ce ne frega niente. Ce lo ridate l' ospedale o no!
    Aurelio Fabiani 2024-03-30 00:34:34
    I cerotti non nascondono le amputazioni, neanche i campagna elettorale. La città di Spoleto vuole il ripristino di tutti reparti.....
    Aurelio Fabiani 2024-03-19 21:39:22
    TESEI E IL GOVERNO REGIONALE DI LEGA, FORZA ITALIA, FRATELLI D'ITALIA STANNO PER CONCLUDERE L' OPERA DI CANCELLAZIONE DEL SAN.....